Piazza Juve

Calciopoli: L'Inter Colpevole si Salva con la Prescrizione



Questo Ufficio ritiene che le condotte in parola siano tali da integrare la violazione, oltre che dei principi di cui all’art. 1, comma 1, CGS (codice di giustizia sportiva, ndr), anche dell’oggetto protetto dalla norma di cui all’art. 6, comma 1, CGS, in quanto certamente dirette ad assicurare un vantaggio in classifica in favore della società Internazionale F.c., mediante il condizionamento del regolare funzionamento del settore arbitrale e la lesione dei principi di alterità, terzietà, imparzialità ed indipendenza, che devono necessariamente connotare la funzione arbitrale. Oltre alla responsabilità dei singoli tesserati, ne conseguirebbe, sempre ove non operasse il maturato termine prescrizionale, anche la responsabilità diretta e presunta della società ai sensi dei previgenti artt. 6, 9, comma 3, e 2, comma 4, CGS“. Stefano Palazzi - Procuratore Federale della FIGC

In parole povere, l'Inter ha violato la giustizia sportiva, e' ciò dovrebbe significare, in una situazione normale, che la società si presenti di fronte ad un giudice e si assuma le sue responsabilità. Ma grazie alla prescrizione del reato, la società interista può salvarsi da un sicuro deferimento e tenersi stretto uno scudetto che NON HANNO VINTO e che da barboni sono fieri di elemosinare e tenere nelle bandiere. Agnelli però ha promesso guerra legale sotto ogni punto di vista, sia con la GIUSTIZIA SPORTIVA che con la GIUSTIZIA CIVILE. Se volete commentare (in risposta anche ai commenti dei nevrotici interisti), o leggere tutto ciò che è successo, ci sono gli articoli qui sotto:

1) Calciopoli: FARSA TOTALE. Un investigatore che ha curato il processo svela la truffa
2) La vera Inter è tornata
3) Agnelli promette battaglia e rivuole i due scudetti rubati dalla FIGC
4) Gli In-Competenti della FIGC
5) Calciopoli l'Inter si nasconde dietro la Prescrizione
6) Ora è Ufficiale, l'Inter è Colpevole degli stessi reati di Juve e Milan