Piazza Juve

domenica 21 luglio 2013

Conte decide il futuro di Pirlo, e forse di Verratti

In poco più di due mesi sono arrivati Tevez e Ogbonna, Llorente si è unito al gruppo, hanno salutato Giaccherini e definitivamente Melo. E forse sta per arrivare l'ultimo saluto pure a Isla e due tra Matri, Quagliarella e Vucinic, e ancora non sembra essersi quietata la situazione.

Perché dell'ennesima offerta per un nostro centrocampista si parla in queste ore, dopo le offerte oscene per Vidal da parte del Real Madrid, i 30-35 che il PSG e lo United offrivano per Marchisio e i circa 40 milioni che il Bayern Monaco avrebbe promesso per Pogba, si parla di Pirlo stavolta.

Il giocatore è uno storico pupillo di Ancelotti, più di tutti colui che ne ha caratterizzato la carriera, e ora che siede sulla panchina del Real Madrid si parla di una offerta di circa 10 milioni degli spagnoli per l'italiano, offerta che la dirigenza è pronta ad accettare in cambio di un parere positivo di Conte per l'operazione.

Che a Conte piaccia Pirlo non è un mistero, anzi, è un fatto palese dopo due anni in cui il bresciano è stato (insieme Barzagli e Bonucci) il giocatore più presente in campo, con ogni modulo e in ogni competizione, non risparmiandolo neppure nelle partite di Coppa Italia dove a giocare attorno a lui ci stavano le riserve.
La sua partenza però potrebbe dar peso alle casse bianconere che potrebbero sfruttare il cash incassato per portare in bianconero il naturale erede (o così si dice) di Andrea Pirlo, quel Marco Verratti che un anno fa ci lasciammo scappare per questione di centesimi. Ora vale circa 20-25 milioni di euro e portarlo in bianconero significherebbe dar fiato per ancora molti anni a questa formazione titolare nel centrocampo. Una opzione secondaria potrebbe invece coinvolgere Pogba, se Conte scegliesse di schierare il francese al posto di Pirlo (non è un regista, ma comunque uno che meriterebbe il campo a prescindere dalla posizione) allora i milioni potrebbero andare ancora una volta per il reparto avanzato, dove però perso Jovetic non restano moltissimi obbiettivi concreti.

La scelta migliore che potrebbe far la società, a parere personale, sarebbe quella di monetizzare il massimo dalle cessioni di quelli che oggi hanno mercato e che domani potrebbero non averne altrettanto, mi riferisco a Pirlo, Vucinic e Quagliarella, e puntare il guadagno potenziale verso Marco Verratti e un terzino sinistro come Kolarov, oltre che magari lo stesso Zuniga di cui si parla tanto (personalmente adattissimo come riserva, non troppo come titolare). A centrocampo resterebbero Marchisio, Vidal, Pogba, Marrone (tolto - giustamente - dalla lista dei partenti secondo la maggior parte dei giornalisti sportivi) e Asamoah che occuperebbe il ruolo di prima riserva sia sulla fascia che a centrocampo in una situazione d'emergenza. A questi si aggiungerebbe l'eventuale regista sostituto, come Verratti. Personalmente sfrutterei la partenza di altri giocatori, come De Ceglie e Padoin, per arrivare ad uno tra i doriani Obiang e Poli, entrambi giovani potrebbero essere ottime riserve e investimenti per il futuro.


3 commenti:

  1. ma poli non è andato al milan ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, pensavo non avessero ancora concluso

      Elimina
  2. dura darlo via.. anche se 10mil.. farebbero comodo, solo ed esclusivamente per comprare verratti.. altrimenti non avrebbe senso.
    Gian quanti assist ha fatto Pirlo l'anno scorso? Riesci a saperlo?
    CMQ con Zuniga, ed il recupero di pepe dovremmo essere a posto. Isla, sembra che ormai non parta piu.. quindi avremo ancora un annop per vedere di che pasta e' fatto questo giocatore..
    STE

    RispondiElimina