Piazza Juve

domenica 12 maggio 2013

Antonio Conte non si tocca. La Juve segue Mazzarri ma un suo arrivo sarebbe un fallimento

Conte è l'allenatore della Juventus, vuole restare se gli viene dato un progetto adeguato.
Conte è il nostro allenatore e lo sarà anche la prossima stagione, nessun tifoso crede in acquisti mirabolanti e rivoluzioni in sede mercato, ma tutti pretendono che per lo meno la guida tecnica del ritorno ai successi nazionali resti salda al suo posto, e che la campagna acquisti sia tale da convincerlo della possibilità di andare oltre con il conto delle vittorie.

Questo detto perché qualche giornale, e qualche blog, parla di Mazzarri in bianconero.
La società starebbe sondando il suo nome in vista di una possibile rottura con Antonio Conte, penso sia da mettere in cantiere che ogni società cerchi di tutelarsi con un piano b, ma la situazione attuale nostra è così chiara da non doverlo prevedere. Conte vuole restare in cambio di un top player, noi dobbiamo acquistare un top player per puntare in alto, e quindi l'esigenza di Conte si coniuga con la nostra di squadra, inoltre è fondamentale per noi cementificare la panchina del nostro mister, e diventa quindi inutile pensare a Mazzari o chi per lui, l'unica soluzione è acquistare e farlo bene. Anche a scopo di fare qualche cessione eccellente che sarebbe avallata da Conte.

Se comunque la dirigenza dovesse riuscire nell'impresa di far scappare dalla Juventus il miglior allenatore che abbiamo avuto dai tempi di Lippi (migliore di Capello, si) sarebbe palese a tutti che la società non punta a migliorare ma a sopravvivere in attesa di migliorare il bilancio, e che piuttosto che accrescere il valore della squadra stiamo rischiando di farlo crollare cambiando il più importante uomo e top player di questa nostra rosa: ANTONIO CONTE


Nessun commento:

Posta un commento