Piazza Juve

domenica 30 dicembre 2012

Calciomercato Juventus: Il Low Cost efficiente

Le occasioni low cost possono cambiare il volto di una squadra? Si potrebbe dire di no, ma dopo aver visto l'Inter trionfare in Europa grazie a Snejder, Eto'o e Milito, due "scarti" delle spagnole e un giocatore pagato meno di un terzo del "top" Ibrahimovic, si potrebbe pensare che con un mercato intelligente e non per forza sfarzoso la società bianconera potrebbe raggiungere la quadratura del cerchio tanto sperata.

Sicuramente a Gennaio si lavorerà per sistemare due situazioni che appaiono più importanti della stessa ricerca della punta centrale, ovvero il sostituto dell'infortunato Chiellini e quello del partente (per la Coppa d'Africa) Asamoah. Riprendendo le tantissime notizie che i giornali stanno ripetendo da mesi, la società bianconera dovrebbe almeno per il momento chiudere per Peluso, che per circa 5 milioni (parola di Pedullà) passerebbe in bianconero a "lavorare" al posto di vice-Asamoah.

Per Chiellini oggi ritorna di moda il nome di Astori, nonostante la presenza infatti di Caceres a dare garanzie nella posizione, l'assenza di un difensore di riserva (dopo la partenza di Lucio per rescissione contrattuale) non farebbe dormire tranquillamente Conte, il difensore del Cagliari potrebbe quindi servire a chiudere il reparto difensivo definitivamente.

L'attacco vive il paradosso di essere il più criticato dai tifosi, nonostante il numero di goal segnato dalla squadra bianconera, e nonostante le più che buone prestazioni di giocatori come Giovinco e Quagliarella, diventati più concreti negli ultimi mesi, e il "risveglio" all'ultima giornata di campionato di Matri, la necessità di un attaccante prima punta da schierare a sostegno della concretezza della manovra offensiva spinge a cercare nel mercato la soluzione. Llorente resta il primissimo obbiettivo, ma a Gennaio è difficile vedere una sua cessione, almeno stando alle parole dei dirigenti del Bilbao che non sarebbero intenzionati a svenderlo in questa sessione, facendo un favore alla Juventus. Resta sul mercato, si dice a condizioni di facile accesso anche per le italiane, Mario Balotelli, che in Inghilterra non riesce più a farsi amare come un tempo. I dirigenti del City non penderebbero più dalle labbra di Mancini, che dopo essersi fatto eliminare per due volte consecutive dalla fase a girone della Champion's League rischia il posto a fine stagione.
Un altro grande nome che potrebbe arrivare a prezzi più che modici è quello di Alexis Sanchez, il giocatore del Barcellona non sarebbe più incedibile anche alla luce delle non ottime prestazioni stagionali e dalla concorrenza nel reparto offensivo della squadra catalana, tempo fa piaceva molto ad Antonio Conte, ma non si può dire che sia proprio il giocatore che serve a questa squadra, non avendo le doti da finalizzatore che proprio servono in avanti.

In partenza molto probabilmente: Alessandro Matri, Ziegler, De Ceglie.

Riassumendo in arrivo invece: Peluso, Astori, Llorente e (se parte Quagliarella) uno tra Balotelli e Sanchez.

Restano nel "limbo" Immobile e Boakye, oltre che Belfodil, che potrebbero a sorpresa arrivare in squadra la prossima stagione.


Nessun commento:

Posta un commento