Piazza Juve

martedì 20 novembre 2012

Juventus 3-0 Chelsea: I Campioni d'Europa ridotti ai minimi termini, bianconeri straordinari

Non posso che iniziare ripetendo un doveroso atto di dolore, doveroso per averlo definito inutile e non solo, mi riferisco a Fabio Quagliarella, che insieme a Vidal firmano lo score contro il Chelsea sia all'andata che al ritorno, e che con Sebastian Giovinco portano la squadra bianconera a schiantare i campioni d'Europa in carica contro un muro di tre goal.

Non solo risultati, non la classica vittoria cinica all'italiana, ma una prestazione maiuscola e fatta di continui attacchi offensivi, possesso palla, velocità e grinta. Il Chelsea di Di Matteo rischia più e più volte il goal nel primo tempo, risultato per interi parziali di tempo quasi del tutto nulli alle offensive bianconere, e a sbloccare il risultato ci pensa al 38esimo minuto Fabio Quagliarella, Pirlo manda verso la porta un superbo pallone che il napoletano devia di tacco dove Cech non arriva. E se il primo tempo finisce con la squadra bianconera in vantaggio, dopo aver sfiorato la seconda rete su palla salvata in linea da Ivanovic, il secondo inizia con la stessa Juventus a spingere e continuare a fare la partita e che vede su tiro di potenza il solito Arturo Vidal centrare la porta e chiudere potenzialmente la partita, partita che viene archiviata quando Giovinco subentrato a Vucinic spinge la palla in rete dopo aver sorpreso Cech e la difesa blues giocando di velocità.

Una partita giocata da grandissima squadra e che vede sicuramente come volto-simbolo di questa partita un maestoso Giorgio Chiellini, dalla difesa all'attacco dove c'era da recuperare palla e dare grinta e forza la squadra bianconera vedeva in Chiellini il protagonista dell'azione. Una partita per il giocatore chiusa in chiaro scuro, causa infortunio sul finale. Ottime le prestazioni dei centrocampisti, un po' meno quella di Marchisio, più impegnato a difendere e mettere paura su incursioni, ma comunque sufficiente. Ottima la prestazione di Vucinic, protagonista in quasi ogni azione offensiva della squadra bianconera.

Manca solo un punto per il superamento della fase iniziale del girone, manca solo un punto per tornare, dopo anni, nella fase ad eliminazione diretta della Champions League.


1 commento:

  1. Ciao Gian,
    Grande prestazione.. un po' di fortuna (due chiare occasionissime del chelsea sventate da Buffon e Bonucci).. per il resto tantissima Juve.
    QUagliarella e Vucinic litigano dall'inizio alla fine.. non si passano la palla, il Montenegrino non e' un goleador.. vedi tiri telefonati..
    Tanto egoismo negli ultimi 20 metri.. pare sia una costante delle ultime partite.. sbagliano tantissimo, perche non cercano o non vedono, compagni decisamente posizionati meglio per ribadire in rete, e si intestardiscono a fare tutto da soli.. vedi Quagliarella, Giovinco e lo stesso Vucinic.. con quel tiro assurdo dalla linea di fondo campo...
    Di 3 gol.. due si possono classificare quasi gollonzi.. Vidal e Giovinco.. che con tutta la porta a disposizione spara sulle gambe di Czech.. ma ci va bene cosi..
    Non ritengo che lo shaktar possa batterci.. anche senza marchisio... dietro sono, forse piu scarsi del chelsea.. il problema lo abbiamo noi a segnare..
    Chelsea e Lazio ci hanno lasciato giocare, lo Shaktar invece cerchera di fare la sua partita.. se manchiamo di cinismo, siamo fritti..
    Manca sto benedetto finalizatore.. abbiamo una squadra che corre come dannata per 90 minuti.. perche non chiude le partite quando dovrebbe..
    Drogba sarebbe l'ideale.. Lloriente puo restare a Bilbaho.. vale Matri..
    STE

    RispondiElimina