Piazza Juve

sabato 10 novembre 2012

Calciomercato Juventus: Llorente e Sanchez dalla Spagna a Torino

Rivoluzione nel reparto offensivo bianconero, si certo come no si potrebbe dire, ma la verità è che adesso sono finite tutte le possibilità del management juventino di perdere tempo a cambiare i nomi degli attaccanti. Se fino a qualche settimana fa la speranza (per loro) era una 'esplosione' di Giovinco, adesso, nel mondo reale, stiamo di nuovo tornando a sperare che Quagliarella torni a quagliare (cit. Biscardi). Con un Matri in stato più che penoso poi la necessità d'intervento sul mercato è palese, e le notizie che arrivano dai giornali spagnoli sembrano più che buone.

I giornali iberici infatti parlano di una Juventus doppiamente interessata a talenti della Liga, il primo è il famoso Llorente, che adesso viene dato per vicino alla firma, e che a Gennaio potrebbe rappresentare per la squadra di Conte l'arma per la finale della stagione. Il giocatore in scadenza di contratto può ridurre le difficoltà in zona goal, che ad oggi vengono parzialmente sopperiti dagli eccezionali centrocampisti che abbiamo in rosa, ma che non possono fare sempre la differenza anche in attacco. Ma se Llorente in bianconero sarebbe chiamato a dare cinismo, per ravvivare una manovra fin troppo nelle mani di Vucinic dal punto di vista qualitativo la società avrebbe messo nella propria lista della spesa Alexis Sanchez, giovane, di talento e abbordabile economicamente.

Il giocatore non sta vivendo un periodo d'oro con il Barcellona, la spiegazione può essere facilmente trovata con il nome di Lionel Messi, il fantasista argentino non è solo il miglior giocatore al mondo, ma anche il perno dell'attacco catalano, e ciò lo si vede anche dalla percentuale d'influenza che ha il giocatore sul gioco stesso della squadra di Barcellona. Così i Sanchez, così come i Villa, sono costretti a fare i conti con la necessità di adattarsi a Messi. Sanchez potrebbe cambiare squadra per una cifra che gira attorno ai 20 milioni di euro, e con un contratto ancora nei parametri delle squadre italiane.

Tali indiscrezioni, riportate dai media spagnoli, potrebbero trovare conferma nelle prossime due campagne di mercato, e se vere potrebbero portare anche il reparto offensivo bianconero tra i top d'Europa, posizione in cui già risiedono la difesa, e soprattutto il centrocampo.


Nessun commento:

Posta un commento