Piazza Juve

sabato 20 ottobre 2012

Una Juventus senza attaccante? Si potrebbe, con Hamsik

A poche ore dal fischio d'avvio di Juventus - Napoli provo ad esorcizzare l'attesa con il calciomercato, sono giorni che si ritorna a parlare di una squadra impegnata a cercare un attaccante e una punta dal grandissimo valore, ma la difficoltà ad arrivare a giocatori del genere sta crescendo in maniera esagerata, i più importanti sono inavicinabili, la crisi costringe le stesse big a vendere a caro prezzo ogni loro elemento, e il 'serbatoio italiano' non ha grandi elementi da proporre, e obbliga la squadra bianconera a guardare all'estero, dove per l'appunto i prezzi sono esagerati.

Ma se si approfittasse di questa difficoltà per cambiare tutto?
Inutile negare che il successo di questa squadra sia stato il centrocampo, e l'acquisto di Asamoah, Pogba e Isla è stato proprio fatto per rinforzare il reparto migliore di questa Juve, che rischiava nella tripla competizione di vedere i titolari affaticarsi troppo. Ma se si cambiasse strategia puntando ad una 'rivoluzione' che preveda la messa in secondo piano del giocatore da schierare in avanti preferondogli un gioco di squadra più offensivo e meno finalizzato alla ricerca del goal tramite punte?

L'IDEA
Parlo di un cambio modulo e di un cambio di mentalità della stessa squadra, sul modello catalano del Barcellona, puntare tutto su un gioco lineare e palla a terra, fatto da fantasisti e giocolieri chiamati a gestire la palla fino in porta, magari evitando certi estremismi come il rifiuto del cross e del tiro dalla distanza. Sarebbe possibile fare un gioco del genere, in bianconero, puntando su di un paio di elementi fra titolari e riserve per accrescere non poco il livello qualitativo e offensivo della squadra.


IL MERCATO
Premessa, sono mie opinioni, non anticipazioni di mercato o cose del genere.

Se fino ad oggi si è parlato tanto, tantissimo, dell'interesse bianconero per Cavani, sarebbe a mio parere più plausibile ad oggi un interessamento per Hamsik, un ottimo giocatore da schierare sulla trequarti a dare man forte al reparto offensivo. Non quindi l'Hamsik punta esterna della scorsa stagione, ma quello che gioca dietro le punte a dettare passaggi e tempi per chi sta in avanti. Magari istruito per bene alla corsa e al sacrificio, che ad oggi non sono i suoi punti di forza. La sua valutazione viaggia tra i 25 e i 35 milioni, un prezzo molto importante ma non troppo elevato, soprattutto se si ragionasse anche su contropartite tecniche da inserire nella trattativa.

Uno dei nomi che avrebbe fatto quadrare tutto il cerchio delle mie idee di calcio era quello di Jovetic, buonissima predisposizione al goal, tocco di palla eccelso e comportamento dentro e fuori dal campo esemplare. Sarebbe stato un grandissimo colpo, che ormai possiamo solo sognare. Ma puntando ancora su Vucinic come punta si potrebbe benissimo sopperire all'assenza di un grande attaccante affiancando il montegrino a giocatori come Walcott, e sostituendo riserve come Padoin e Giaccherini, con giocatori come Ilicic e Barrientos, due dalle qualità offensive migliori e dal prezzo ancora contenuto, capaci di poter dare man forte ai titolari nei momenti difficili della stagione.

LA FORMAZIONE

Buffon
Lichtstainer  Barzagli  Bonucci  Chiellini
     Vidal  Marchisio
     Isla   Hamsik   Walcott
Vucinic
  
Ok, i più attenti si staranno chiedendo, ma Pirlo? Beh, il bresciano pur essendo fondamentale è un giocatore che viaggia sui 33 anni, e sarebbe anche il caso di programmare in anticipo un tipo di gioco che non preveda più la sua presenza fissa in campo. Alternandolo ad Hamsik infatti si potrebbe creare una squadra dal 'doppio modulo', con il bresciano 433 e con l'attuale napoletano 4231, cambiando in corsa velocemente anche l'approccio al gioco, che passerebbe da un gioco sulle fasce attivato dai lanci della regia di Pirlo e con inserimenti costanti dei due centrali di centrocampo, a un modulo ad alta intensità difensiva, con una regia avanzata a dare palla a piede ai giocatori d'attacco schierati sempre molto vicini alla porta e molto più centrali (aumentandone le capacità in zona goal), e i terzini chiamati ad avanzare sulla linea dei due di centrocampo quando il gioco si sposta in attacco, per aiutare il possesso palla e bloccare sul nascere eventuali ripartenze avversarie.
Altri dubbi potrebbero riguardare su Chiellini terzino, posizione in cui neppure io amo vederlo. Ma le alternative attuali, e plausibili, quali sono? Una difesa eccezionale prevederebbe magari l'arrivo congiunto di Ranocchia e Ogbonna, ma Inter e Torino che cedono due loro talenti alla Juventus lo possiamo immaginare? Un altro dubbio e su Vucinic, nonostante questo modulo preveda più un alternanza al goal tra i vari giocatori, è indubbio che una prima punta più prolifica sarebbe l'ideale, e l'ideale in questo caso si chiamerebbe Benzema, ma visto che i sogni nel calcio si pagano in decine e decine di milioni di euro, e che Jovetic è già sfumato, l'alternativa migliore, da rintracciare nel mercato, sarebbe uno come Villa, che abbina a buoni piedi (gioca nel Barcellona non a caso) qualità da bomber, ma che a 32 anni potrebbe essere un grandissimo rischio.
Le riserve di questa squadra comunque dovrebbero essere Caceres, Lucio, Marrone, De Ceglie, Barrientos, Asamoah, Pepe, Pirlo, Pogba, Illicic e Matri.


Nessun commento:

Posta un commento