Piazza Juve

lunedì 17 settembre 2012

Chelsea - Juventus è il ritorno nell'Europa che conta, e come una squadra che conta (le opinioni dei tifosi inglesi)

E così si avvicina il grande ritorno nell'Europa che conta, la Champion's League inizierà questo mercoledì per noi, e la sfida (più che affascinante) è contro i campioni d'Europa in carica, contro quelli che per ultimi ci hanno eliminati in una fase ad eliminazione diretta di Champion's League, contro la squadra dell'italiano Di Matteo.

Se non mi avete visto fare post su Genoa-Juventus è perché con questa sfida alle porte (e con impegni personali di vario genere) di commentare quella partita fregava veramente poco.

Per non farmi trovare impreparato sul big match di mercoledì sono andato a leggere qualche commento sui forum dei tifosi inglesi del Chelsea, per avere qualche giudizio obiettivo per così dire. E nei fatti si scopre che i tifosi inglesi temono, e molto, la squadra bianconera. Temolo lo scontro con il secondo migliore centrocampo al mondo (parole pronunciate da più forumisti), temono Giovinco (forse ricordando la partita contro la Juventus di Ranieri in cui la formica atomica fece la sua migliore prestazione in bianconero) e non vedono di buon occhio il loro Torres contro una difesa più che buona. Molti paragonano la nostra squadra all'Atletico Madrid che gli ha stesi (per 4-1) in Supercoppa UEFA, molti dicono che la differenza da noi sta non nel singolo giocatore (purtroppo un Falcao a noi manca) ma nell'organizzazione di gioco e nel reparto centrale, che se lasciato libero (e in particolare se lasciato giocare Pirlo) può davvero fare male.

Chi ha visto la partita con il Genoa ha fatto notare come la Juventus stesse rischiando di perdere, prima che entrassero tre titolari che in poco più di 40 minuti fossero capaci di stravolgere il risultato.

Il Chelsea si presenta contro la Juventus come una grande anomala, l'assenza di un gioco offensivo e il non tentare di fare possesso palla la rendono una delle squadre più difficili per questa Juventus. Perché non solo abbiamo capito che le difficoltà che abbiamo contro squadre che si difendono sono enormi senza una prima punta di livello - o quando Vucinic non ha intenzione di giocare - ma lo stesso Chelsea, nonostante il comportamento da squadra piccola, può vantare tra i giocatori che compongono la propria rosa Hazard, Ramires, Lampard e non solo, lo stesso Torres è stato in passato capace di guadagnarsi il titolo di migliore al mondo nel ruolo, e affrontare una squadra che presenta proprio lo stile di gioco peggiore per le nostre caratteristiche, e con singolarità decisamente importanti, può essere l'ostacolo più difficile per la nostra squadra.


Facendo le veci di Conte (come se non ci fosse già qualcuno chiamato a fare questo) si potrebbe dire che questa partita la si può vincere con il gioco sulle fasce, se Lichtstainer e Asamoah riescono a ripetere le prestazioni già offerte il Chelsea si vedrà costretto a togliere uomini dal centrocampo (dove tenteranno sicuramente di bloccare Pirlo) per coprirsi meglio su tutto il campo. E ciò in un colpo solo ci permetterebbe di ottenere maggiore spazio per Pirlo, e con i loro giocatori impegnati ad affrontarci sulle fasce, una maggiore possibilità di trovare spazi in mezzo.


Nessun commento:

Posta un commento