Piazza Juve

sabato 4 agosto 2012

Tre squadre lotteranno per lo scudetto 2013. Le percentuali vittoria e i pronostici sulla classifica finale

Considerazioni sparse sulla stagione che sta per iniziare?
Farle all'inizi di Agosto è sempre rischioso, perché il mercato si conserva solitamente i colpi più ambiti per la fine della sessione estiva. Poi con il caso 'calcio scommesse' che imperversa, con il tentativo ormai esplicito della federazione di colpire la Juventus, a seguito della serie di procedimenti giudiziari che la società bianconera sta portando avanti contro la figc per il processo farsa del 2006, le quotazioni scudetto delle varie squadre sono sempre più difficili.

Se oggi dovessi però proporre una percentuale vittoria per le principali squadre della Serie A non avrei dubbi su chi considerare come la favorita. La nostra squadra quest'anno ha inglobato in una rosa già competitiva e vincente gente del calibro di Lucio, Giovinco, Isla, Asamovah e Pogba, e adesso si appresta a concludere l'opera con un esterno (Armero dato per favorito), un centrale (forse Andreolli, con Masi probabilmente confermato) e il top player, che diventa sempre più probabile che sia Edin Dzeko (che nel sondaggio che trovate sulla barra laterale sinistra è il meno votato tra i 'top player' proposti). Probabilmente alla finestra ci saranno anche le operazioni che porteranno Pazzini in bianconero (in cambio di Quagliarella all'Inter) e l'addio di Matri, diretto verso il Milan.

Le percentuali di ri-vittoria oggi stanno, per me, intorno al 51%. Cioè, è più probabile rivincerlo che perderlo, con il Milan decisamente indebolito, l'Inter dispersa in un progetto non chiarissimo (a mio parere) e le sole Napoli e Roma ad insidiare la lotta al vertice.
Il Napoli si farà forte dell'assenza dalla massima competizione europea e proverà a sfruttare Cavani ancora per una stagione, prima di salutarlo probabilmente. L'assenza di Lavezzi verrà attenuata dal duo Pandev/Insigne, anche se molto probabilmente verrà cambiato il modulo di gioco della squadra partenopea, con Hamsik che tornerebbe più a centrocampo. Le quote di vittoria partenopea dello scudetto sono, sempre a mio parere, intorno al 20%.

Un'altro 20% lo si può dare alla Roma, ma solo se Zeman evita di farsi silurare entro i primi 3 mesi (come da sua tradizione ormai). Da verificare anche la solidità difensiva, e la capacità di Totti di reggere i ritmi del boemo. Sicuramente sarà una Roma che non passerà inosservata, e si merita le stesse quote scudetto della Roma perché Zeman, da eterno perdente, potrebbe approfittare di una Serie A impoverita per centrare la sua prima vittoria di un campionato maggiore.

Resta un 9%, che non può che essere diviso tra Milan e Inter, praticamente in egual misura oggi.
Ma se Lucas arriverà a Milano (in nerazzurro), e il Milan completerà il suo mercato con qualche arrivo (Matri assai probabile, e magari un centrocampista e un difensore), le loro quote di vittoria potrebbero aumentare a discapito di quelle romaniste sopratutto.

Da tenere molto in vista la Fiorentina, il nuovo allenatore, Montella, è uno che il calcio lo ha giocato ad alti livelli, e lo ha già fatto giocare alla società etnea la scorsa stagione. Per lui i Della Valle stanno allestendo una delle migliori Fiorentine della loro gestione, se Jovetic resterà poi la squadra rischia di diventare l'outsider assoluta del campionato, magari in cerca di una qualificazione Champion's League. Al momento le sue chance di stare nei primi posti però le vedo uguali a quelle dell'Udinese dei miracoli.

Riassumendo la mia "classifica"
1) JUVENTUS
2) NAPOLI
3) ROMA
4/5) MILAN - INTER
6/7) UDINESE - FIORENTINA


Nessun commento:

Posta un commento