Piazza Juve

mercoledì 29 agosto 2012

Mercato in chiusura. Fine dei giochi. Arriverà comunque una punta last minutes, ma non sarà un top.

Il mercato sta chiudendo, manca un giorno e le restanti ore di quello attuale per vedere la sessione estiva di calciomercato 2012 chiudersi. Un mercato dove in Italia è successo di tutto, dalle partenze di Lavezzi, Silva e Ibrahimovic agli arrivi di... praticamente nessuno di importante da fuori nazione.
La squadra bianconera si può presentare oggi rinforzata sicuramente, infatti gli arrivi di Giovinco, Lucio, Pogba, Asamovah e Isla completano la rosa in maniera quasi eccellente, quasi perché l'assenza di sta benedetta prima punta di valore, che non arriverà, pesà e pure molto.

La squadra bianconera è arrivata a vincere il campionato grazie ad una fisicità veramente importante dei suoi uomini più importanti, Marchisio, Vidal, Chiellini su tutti, capaci di tenere alto il ritmo sempre, e della qualità che Pirlo e Vucinic davano alla manovra. Per ripetere l'impresa dello scorso anno, senza suicidarsi in Champion's League, la società bianconera era chiamata quindi ad assicurare al proprio mister un rendimento della rosa su alti livelli per tutta la stagione, aggiungendo soprattutto a quel reparto che su tutti aveva dato più soddisfazioni (il centrocampo ovviamente) due rinforzi atti ad assicurare adeguate riserve ai titolari e nuove forze per il 3-5-2.

La scelta quindi di puntare prima di tutto sull'allargamento della rosa è stata una scelta sicuramente condivisibile, inoltre i ritorni di Ziegler, con l'introduzione in pianta stabile di Marrone, consentirà a Conte di avere una coperta ben lunga in ogni reparto, soprattutto quando Isla, Caceres e Chiellini torneranno dai loro infortuni.

Il punto successivo però prevedeva che la società investisse importanti risorse in una prima punta che facesse la differenza, Cavani, Van Persie e Jovetic sono stati gli unici tre veramente vicini alla maglia bianconera, visto che il City e il Bilbao per Dzeko e Llorente non hanno mai veramente trattato una cessione. Ma l'acquisto della punta era da considerare solo in funzione delle cessioni, e a conti fatti a partire sono stati solo Melo e Krasic a prezzi neanche troppo alti.

Qualcuno probabilmente in attacco finirà per arrivare in questi giorni, ma si parla dei "soliti mediocri", gente che non ha mai dai l'idea neanche di avvicinarsi all'ideale di top player. Con l'operazione Llorente rimandata a Gennaio. Restano invece aperte per sorprese finali gli affari Peluso e Ziegler, la società preferisce il primo e quindi cederebbe il secondo, ma ancora non è detto che ci sia abbastanza tempo per fare entrambe le operazioni.


4 commenti:

  1. Devo dire, pero' che concordo con Polifemo Marotta. E' inutile strapagare giocatori come LLiorent, Dzeko (30Mil) , oppure Higuain o Cavani (45/50 Mil).. Il problema del calcio sono gli sceicchi e i russi.. Vediamo se dal prossimo anno, il famoso Fair Play finanziario dell'UEFA verra' messo in atto, o se sara' solo una pagliacciata come presumo..
    Non capisco ancora, come possiamo trattare LLoriente per mesi, e non dare fiducia ad attaccanti giovani come Immobile.. queste sono le cazzate di Marotta.. vedrete che Immobile lo riscattermo dal Genoa, strapagandolo come fatto con Giovinco... quando invece lo potevamo avere, e far giocare da quest'anno..
    In Champions i gol contano eccome.. vedremo.. certo che Drogba... sarebbe stato la ciliegina sulla torta.. almeno per i prossimi 2 anni a venire.. un bel sogno..
    STE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immobile non capisco neanche io perché lo abbiamo ceduto di fretta. O non piace a Conte, o Marotta è incapace. Poteva cedere in una volta soltanto sia Quagliarella che Matri, e sostituirli con il top e Immobile prima riserva. Dalle due cessioni almeno 20-25 milioni erano ricavabili, e ci finanziavi quasi da solo l'acquisto del titolare.

      Ora leggo che può arrivare Berbatov, non mi sbilancio perchè non lo conosco troppo, ma sembra uno che sappia segnare con continuità. Forse quello che ci serve?

      Elimina
  2. Che immensa figura da pagliacci. Ridursi a inchiappettare un giocatore, destinato ad una squadra italiana, all'ultimo minuto, e in modo cosi plateale, e' veramente da societa di straccioni. Mi auguro che sia il suo ultimo anno alla Juve. Indegno di una societa' che cerca di ripulire la sua immagine dopo gli anni bui dell'era Moggi.
    Adesso arrivera' Bendtner... con il culo che ha Marotta, questo esplode e fa 20 gol..
    Anche quest'anno, saremo gli zimbelli della serie A. Grazie marotta.
    Gian, ma era cosi difficile trovare un DS capace, dopo l'era Secco ..?

    STE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, bastava andare da Pradè...
      Questo senza soldi ha fatto squadre sempre competitive, la sua Roma senza una lira è arrivata a giocarsi lo scudetto, perso per quell'incompetente di Ranieri. E' stato l'allenatore a lanciare Spalletti e a scoprire Montella, prima che gli "americani" lo sostituissero per metterci Sabatini, che sta facendo discretamente male secondo me.

      Alla Fiorentina con quattro lire ha costruito una squadra veramente interessante in questa stagione. Hai visto che centrocampo che hanno? E sono in attivo nel mercato. Ha venduto Nastasic per una cifra esagerata e ci stava finanziando l'arrivo di Berbatov, che per una piazza come quella viola era oro. In più in coppia con un signor Jovetic.

      Pradè sarebbe stato il massimo, ma anche Marino che ha scoperto Hamsik e Lavezzi al Napoli, o rilanciato Denis all'Atalanta, insieme a Schelotto e non solo. E sempre con pochissimi soldi.
      Per non parlare di Lo Monaco, che con un budget di 3-4 milioni annui ha portato sotto l'Etna dei sconosciutissimi Vargas, Maxi Lopez, Lodi, Martinez, Silvestre, rilanciato Almiron, Legrottaglie, e portato alla ribalta allenatori come Marino, Zenga, Mihajolivic e Montella stesso, dopo che la Roma lo aveva scaricato. Facendo del Catania una delle rare "piccole" italiane a giocare in modo offensivo e organizzato, e con guadagni annui derivati dalle plus valenze che hanno permesso ad un club piccolissimo di costruirsi uno dei migliori centri sportivi d'Europa e di cominciare a pensare ad uno stadio di proprietà.

      Marotta per me non è del tutto un incompetente o inadatto alla Juve, uno che comunque porta in squadra Barzagli, Pirlo, Vidal, Lichtsteiner per meno di 20 milioni totali non può essere definito idiota. Ha strappato Pogba allo United e comprato (per me intelligentemente) Asamovah e Isla per fare del centrocampo bianconero il migliore d'Europa dopo quello del Barcellona. Però non sa fare gli acquisti a tante cifre, o per paura propria, o per limiti societari. C'è da dire che quando ti impongono un tetto stipendio di 5-6 milioni al massimo, e un budget per il singolo che non può sforare i 25 milioni, gente come Cavani o Van Persie te la sogni

      Elimina