Piazza Juve

venerdì 29 giugno 2012

Lucio alla Juventus, rompe con l'Inter e si trasferisce a Torino

Stando ai "giornalai" italiani, e alle ultimissime di calciomercato, Lucio avrebbe trovato un accordo per rescindere dalla società nerazzurra. Ufficialmente la volontà del giocatore era di trasferirsi all'estero, forse il Fenerbache, o un ricco club russo a dargli la meritata pensione, invece la rottura sarebbe arrivata per la volontà del giocatore di passare ad un club più importante e con ambizioni migliori di quelle che l'Inter di Stramaccioni ha nella prossima stagione. E allora ecco il colpo a parametro zero di questa annata bianconera, se le cose si concluderanno come sembrano, il brasiliano sarà il rinforzo della squadra bianconera per la prossima stagione.

Lucio è sicuramente un giocatore dall'esperienza importantissima, 34enne che non viene con ambizioni di giocare titolare, e che alla Juventus fa non poco comodo. Permette di risparmiare per il difensore, un Bocchetti o un Alves per la quale chiedono 10 milioni o più sarebbe stata una spesa eccessiva per una riserva, e permette di aggiungere un giocatore valido al reparto difensivo.



Il problema è però uno, saprà Lucio capire che un difensore deve innanzitutto difendere? Sarò un catenacciaro all'antica, ma a me piace pensare una squadra in cui i difensori centrali stiano in difesa, magari non bloccati e permettendosi delle rapide incursioni in avanti, ma la moda dei nuovi difensori che si comportano da centrocampisti aggiunti riesco a digerirla poco. Soprattutto quando questi hanno superato di molto i 30 anni e fanno fatica a tornare in velocità nel loro ruolo. Il successo di ieri dell'Italia proviene proprio dalla scarsa capacità di tenuta della difesa teutonica, che vedeva Hummels "gioiello" della retroguardia crucca concedersi non poche incursioni in avanti, con tanto di faticosa corsa poi durante i contropiedi azzurri. Lucio non può permettersi di correre troppo, e il principale, e quasi unico, dubbio sul giocatore è questo.


4 commenti:

  1. Un articolo impeccabile dal punto di vista degli argomenti tecnici... però sottolinerei il passaggio "la volontà del giocatore di passare ad un club più importante e con ambizioni migliori di quelle che l'Inter di Stramaccioni ha nella prossima stagione". L'ego dei tifosi bianconeri non ha limite, si credono davvero i tifosi del club più importante del mondo... io dico solo una cosa: Lucio nel club "MENO importante" ha già vinto tutto, è un dato di fatto, è storia... non so se riuscirà a farlo invece nel club "PIU' importante"...
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non il più importante, il secondo più importante! Non lo dicono i tifosi ma le statistiche internazionali. Lo sa anche uno scolaretto che l'inter è stata una meteora generata dal più grande complotto calcistico della storia e come tale è destinata a ripiombare nell'oblio nel quale ha sguazzato per lustri e lustri, sua dimensione naturale. A me sembra che i gasati siete voi interisti, solo perchè avete vinto qualcosa nel modo sopradescritto vi sentite chissà chi, in realtà nel mondo non vi conosce nessuno! Anche nell'attuale Italia finalista agli europei non vi è "nessuno" di questo pseudo grande club (e 6 della Juve, tanto per cambiare!). Questa è la realtà, questa è la storia!

      Elimina
    2. Cosa trovi di offensivo in quello che ho scritto? Ho detto la realtà, l'Inter è in costruzione, e tanti giocatori non amano stare in club che partono con zero o quasi ambizioni di vittoria, e preferiscono andare verso chi, per lo meno, per lo scudetto ci lotta.

      Non ho detto mica che la Juventus si porta a vincere tutto la prossima stagione, ma che ha degli obbiettivi diversi da quelli interisti. STOP!

      Elimina
  2. Calma calma, io non ho detto che sei stato offensivo, ho detto che gli juventini sono talmente pieni di sè (ho tanti amici gobbi) che uno scudetto bianconero vale più di un triplete nerazzurro... è quello che traspare tra le righe di quel passaggio che ho evidenziato... per quanto riguarda gli obbiettivi di partenza, il mercato delle due squadre fino ad ora farebbe pensare a quello che hai scritto tu, ma ti ricordo che la Juve campione di quest'anno (con pieno merito) non penso partisse per vincere il campionato, ma poi sappiamo come è finita...
    X anonimo delle 22.04: ti faccio i miei complimenti per sapere cosa si insegna agli scolaretti e soprattutto per sapere il mondo chi conosce ed IN CHE MODO lo conosce... e soprattutto per affermare che un triplete vinto non è storia... CIAO CITTADINO DEL MONDO...
    P.S.: se l'Italia vincesse l'Europeo (volesse il cielo), lo vincerebbe l'Italia, NON LA JUVE. la coppa andrebbe a Roma, non a Torino in corso Galieo Ferraris, non te lo dimenticare...
    Max

    RispondiElimina