Piazza Juve

giovedì 24 maggio 2012

Il Calciomercato in Italia. Inter e Milan rivoluzione totale, Napoli senza Lavezzi e Cavani, Juventus alla ricerca del goleador

Se facciamo il punto su quanto sta succedendo in Italia il mercato fin'ora ha visto solo un'operazione degna di nota, quella di Palacio dal Genoa all'Inter. La società nerazzurra starebbe anche trattando Lavezzi, Destro, Isla e qualche difensore (soprattutto se parte Ranocchia), con tali acquisti e con il nuovo tecnico Stramaccioni, salvo errori di gioventù e inesperienza, la squadra milanese potrebbe tornare ad essere una squadra insidiosa per la prossima lotta scudetto.

Il Milan invece si starebbe preparando alla cessione di Thiago Silva, hanno chiesto 50 milioni al City, ma realisticamente per 40 potrebbe partire, e anche il Barcellona potrebbe interessarsi non poco al giocatore. In uscita anche Ibrahimovic, se arrivano almeno 25 milioni tanti saluti e arrivederci. Al loro posto probabilmente Astori in difesa, a fare il titolare con Mexes (se non si rompe), e in attacco Tevez o Balotelli, entrambi felicissimi di approdare al Milan. In uscita ci sarebbe anche Pato, ma quanto vale un giocatore perennemente rotto? A sorpresa potrebbe partire anche Robinho, in un operazione di smobilitazione totale della squadra.

Al Napoli invece dovranno fare i conti con l'addio (al 99.99%) di Lavezzi e probabilmente quello di Cavani. I sostituti dovrebbero essere Pandev, in attesa che il giovane acquisto di Dicembre Vargas dimostri di poter fare il titolare, e se dovesse partire Cavani uno tra Matri e Maxi Lopez. Il primo sarebbe una parziale contropartita bianconera se dovessero accettare l'offerta della Juve, il secondo è un nome da anni accostato a quello partenopeo, che con il Milan fuori dai giochi potrebbe ora riprovarci.

La Juventus fra tutte sembra quella che ha, finalmente, la strada più semplice all'apparenza. Nessuna smobilitazione, tanti nomi andranno via (da Del Piero ad uno tra Matri e Borriello e forse Padoin, oltre che i certi Elia e Krasic) ma nessuno dei ceduti è un titolare, a differenza di quanto succede a Napoli e Milan. Si cerca una prima punta di livello che concluda a rete più spesso di quanto fatto dagli attaccanti oggi in rosa, ma si cerca anche un centrocampista che possa prendere il posto di Pirlo, uno che si alterni a Marchisio e Vidal, e magari qualche buon prospetto. Oltre ad un difensore centrale, che numericamente serve molto.

Per il centrocampo i nomi ideali sono tre: Verrati, Pogba e Asamoah, ovvero poco meno di 30 milioni di euro per prendere tre centrocampisti per dar fiato ai titolari e magari prenderne il posto in futuro. In uscita oltre i già noti ci sono anche Pazienza e Melo, il primo dovrebbe restare ad Udine, il secondo lo si dovrebbe cedere per almeno 10 milioni.

In difesa ritorna Ziegler, ma con Conte non si amano, probabile una sua cessione (tempo fa pure il Milan era interessato al giocatore), mentre in entrata potrebbero arrivare Bocchetti (soluzione low cost) o Silvestre, se ci sarà abbastanza denaro.

In attacco partono pure Martinez e Iaquinta, ma sugli arrivi c'è ancora molto da lavorare. Giovinco dovrebbe venire riscattato, ma solo a certe cifre, se i russi (o i napoletani) offrono di più, che si accomodino. Ramirez piace, ma non è la priorità, che invece sarebbe una prima punta prolifica e di qualità. Higuain, Suarez e Jovetic sono gli unici tre realmente accessibili dalla società, ma per entrambi le trattative sembrano molto in salita. Cavani sarebbe il prediletto di Conte, ma 15 più Matri è l'offerta migliore che la Juventus dovrebbe fare, altrimenti si rischia di iper valutare il giocatore del Napoli.

Di sicuro c'è che la squadra dovrà essere migliorata non poco in attacco, e coperta bene a centrocampo e difesa per assicurare nella tripla competizione della prossima stagione sempre il meglio in campo. Anche in vista delle migliorie che potrebbero avere le squadre rivali. Il Milan sarà la vera incognita, con una squadra che dovrà essere quasi rifondata da zero, come per la Juventus nel 2006 e nel 2010. L'Inter sulla stessa scia dei cugini concittadini, ma può contare su una squadra nell'ossatura più giovane (Guarin, Nagatomo, Ranocchia ad esempio) a cui serve soltanto continuità. Il Napoli cambierà molto, ma potrebbe paradossalmente migliorare. Se infatti la prossima stagione, senza il peso della Champions, riuscissero a schierare un attacco Pandev - Matri/Lopez - Hamsik, e magari allungassero numericamente la panchina a centrocampo e difesa, potrebbero veramente perdere poco. Soprattutto se dovessero dare l'assalto a quei giocatori che, per un motivo o per un altro, non sono riusciti ancora ad approdare in una big, come Juan Manuel Vargas, Giovinco, Ramirez ecc, battendo quindi la concorrenza sul tempo.


1 commento:

  1. Make the most of your precious Italy vacation time - plan ahead. Weekend in Italy has everything to offer the visitor to Milan and Italy.



    The last supper tickets

    RispondiElimina