Piazza Juve

sabato 3 marzo 2012

Juventus: Trattativa con due top player in attacco

Restano circa 15 partite, tra Campionato e Coppa Italia, per capire se la Juventus Vera è tornata oppure no, in cui potrebbe arrivare un trofeo, forse due se la stagione finirà col botto, e soprattutto l'occasione di ripresentarsi di fronte i giocatori che contano non come un "progetto" rischioso o come una grande decaduta, ma come una squadra ambiziosa e volenterosa di puntare ancora a vincere. E proprio in considerazione di questo probabile ritorno tra le grandi squadre del continente i giornali (ilsussidiario e tuttosport) non mancano di lanciare nomi più che sorprendenti circa le possibili prossime operazioni di mercato dell'estate bianconera.

Sono due nomi molto conosciuti e da tempo associati alla Juventus per voce del suo stesso presidente Andrea Agnelli che non ha mancato di citarli tra i suoi "sogni". Due nomi di richiamo e d'impatto enorme sia sul campo, sia nell'immagine della Serie A e del club stesso. Per evitare il solito "capitan ovvio" che arriverà a scrivere nei commenti "sono tutte cazzate queste" si ricorda la gentile clientela che si sta solo parlando di quello che due giornali, più o meno (meno, meno) autorevoli hanno riportato oggi. E mi associo al coro di chi probabilmente pensa che le possibilità di vedere entrambi questi giocatori, o anche solo uno dei due in bianconero, sono estremamente basse.



Il primo è l'ex sogno rossonero Carlos Tevez, è ritornato nell'organico del City, e si sta allenando per recuperare una forma che sia quanto più simile a quella minimamente accettabile per giocare in un club di prima fascia, ma le possibilità che parta comunque a fine stagione sono veramente importanti. Il Milan, sorprese a parte, è fuori dai giochi stavolta. Con un organico fatto da Ibrahimovic, Pato, Robinho, Cassano e Maxi Lopez un ulteriore elemento in entrata potrebbe destabilizzare il gruppo, o portare il club alla cessione sotto-costo di uno dei suoi pezzi per far spazio all'argentino (qualche giornalista sussurra dell'intenzione del club di Berlusconi di non aspettare che Ibrahimovic arrivi alla pensione, e di approfittare degli innumerevoli sceicchi pronti ad offrire oro e argento per lo svedese, supposizioni?). L'arrivo di un giocatore del genere in Italia però sarebbe possibile solo se lo stesso non dovesse venire "rapito" dalle sirene del Real Madrid, o dai soldi di un PSG. Si parla di incontri già avvenuti e che continueranno ad esserci tra emissari bianconeri e staff dell'argentino, a cui sono seguiti colloqui non del tutto informali con il club inglese. La Juventus vorrebbe arrivare al giocatore per effettuare un grande sgarbo nei confronti dei rivali rossoneri (leggi anche Juventus e Milan: E' Guerra Totale) e avere l'attaccante capace di spostare gli equilibri che ci serve.

Il secondo è il desiderio dichiarato di Andrea Agnelli, l'olandese Robben, che con il Bayern Monaco negli ultimi anni si è affermato come miglior esterno (ala) del mondo. Le sue qualità enormi lo farebbero giocatore ideale per un modulo, come quello contiano, che passa da un 424 al 433. Inoltre si parla di difficoltà di rapporti con la dirigenza bavarese, e approfittare di questa situazione sarebbe l'unica opportunità possibile al momento per la Juve di arrivare ad uno dei più importanti top player al mondo. Anche in questo caso è inutile ricordare come si parli solo di supposizioni prese da diversi giornali, che nessuno sta confermando ne tanto meno vuole proporre. Però ovviamente la situazione di entrambi questi top player è possibile che spinga per lo meno la dirigenza a pensare ad iniziare una trattativa. Per Robben si ricorda come ci siano sia Elia che Krasic come giocatori da proporre al club bavarese, e che più volte nel passato ha cercato entrambi, appena un mese con il serbo.


1 commento:

  1. non vorrei passare per novello allenatore nè sostituirmi alla dirigenza b/n, ma sono arciconvinto che nel panorama calcistico mondiale c'è un solo giocatore (oltre a messi) capace di trasformare qualunque squadra: lavezzi!!! 2^ punta totale con eccellente tecnica, velocità, grintajuve. Al momento non appartiene a quella categoria dei top per i quali necessitano ingaggi faraonici: bastano 4 mln annui e non 10 o +; la clausola è un pò altina ma c'è la possibilità oltrechè di limarla leggermente, anche di inserire qualche contropartita tecnica. Si obietterà che segna poco, ma, nel calcio di mazzarri, è costretto veramente a correre tantissimo e, importante, sempre lontano dalla porta avversaria. Lo facessero giocare 10-20 metri più in avanti avrebbe altro score realizzativo. E' devastante per gli avversari,e questo serve alla juve.

    RispondiElimina