Piazza Juve

domenica 18 marzo 2012

Calciomercato 2013: Un Attaccante e un Centrocampista e si punta all'Europa

Anche nella vittoria in goleada si possono trovare difetti se si cerca, è questo è per via paradossale l'attacco. In attacco Vucinic sembra tornato ai livelli di Roma, almeno nelle ultime due partite, e si spera possa prendere continuità adesso con le giocate da campione trascinando la squadra al traguardo più atteso dai tifosi bianconeri da quel 2006 ad oggi. Però anche ieri, anche con la squadra che fa una delle migliori partite della stagione, ad essere determinanti, a trascinare il gruppo, sono stati soprattutto i centrocampisti. E allora ritornano per due problemi alla luce, quello della ricerca dell'attaccante top player, e quello della ricerca delle riserve adeguate ai centrocampisti.

Se si comincia con il centrocampo resta da tenere molto in considerazione la possibilità di una mini-rivoluzione tra le riserve, se Pogba dovesse finalmente firmare per i colori bianconeri molto probabilmente sarebbe lui una delle tre riserve da alternare ai titolari. E molto probabilmente anche Buoy potrebbe rientrare in questo gruppo. Ricordiamo che entrambi, prodotti made in Raiola, vengono già da squadre dal blasone pesante, e che entrambi sono alla ricerca di un club che gli dia maggiore spazio. Averli strappati al Manchester United e all'Ajax ricucendo pure la rottura con Raiola, potrebbe essere l'indizio principale per far pensare a loro come i prossimi giovani ad arrivare in prima squadra. Marrone invece potrebbe trovare difficoltà con i "nuovi" ad avere minutaggio adeguato, il Cagliari sta su di lui, così come l'Udinese, ed entrambi i club hanno ben due giocatori che potrebbero interessare molto, moltissimo, la dirigenza bianconera, ovvero Nainggolan e Asamoha. Resta osservatissima la situazione di Montolivo, da parametro zero sarebbe un acquisto fin troppo finanziariamente ottimo da fare per non essere tentato, ma realisticamente, chi lo vede a Riccardo correre come un dannato, fare pressing e viaggiare su ritmi bestiali per 90' proprio come vuole Conte?

L'attacco è dove il tifoso medio oggi sogna, Dzeko, Higuain, Benzema e Jovetic sono i primi nomi della dirigenza. L'argentino Higuain su tutti è il preferito, ma il Real Madrid non ha intenzione di privarsi ne di lui, ne del francese Benzema. L'unica chance sarebbe riuscire a convincere uno dei due della bontà di una cessione, che sarebbe in loro favore, e solo uno scudetto vinto da parte nostra, e un'altra annata magica del Barcellona a schiacciare i sogni di gloria del Real Madrid potrebbe riuscire a tanto. In entrambi i casi l'avversario è il Milan, che dovrebbe farci il favore di perdere in Champion's League contro i catalani, e fare qualche pareggio/sconfitta in campionato per aiutarci a recuperare.

Se gli "spagnoli" non si muoveranno dal club di Mourinho allora potrebbe essere Dzeko l'altro oggetto del desiderio, al Manchester City nessuno gli aveva detto di doversi litigare il posto titolare con Aguero e Balotelli, ne tanto meno di dover temere dell'arrivo di Van Persie. E allora chi gli dice che dovrà fare molta panchina? Forse solo questo potrebbe spingere il giocatore a tentare la fuga verso un club che spasima per lui da anni. Ma oltre il bosniaco, restando in zona, c'è anche Jovetic a figurare tra i possibili futuri bianconeri. Unico problema? Il fisico di cristallo del giocatore.

In tanti poi parlano di Lavezzi e Ramirez, entrambi i giocatori sarebbero più adatti a giocare da esterni, nella posizione di Vucinic (che se giocasse con questo rendimento sarebbe titolarissimo anche il prossimo anno) o Pepe. Che la società tenti l'aggancio ad uno dei due è molto probabile, ma la priorità sembra sempre l'attaccante centrale, un giocatore che schieri consapevole che segnerà. E Matri per quanto bravo in zona goal non regge il confronto con Ibrahimovic.

Personalmente, avendo a disposizione una cifretta niente male, mi butterei senza pensarci sul binomio Dzeko e Asamoha. Con l'attacco sistemato con un grande giocatore, il centrocampo blindato fra titolari e riserve, e la difesa che sembra sempre meglio funzionare (Caceres come jolly difensivo è il migliore d'Europa), anche ritornare a sognare i grandi palcoscenici europei non è proibito (se lo fa l'Apoel Nicosia, se ci ha provato il Napoli, giusto noi dovremmo negarci questo sogno?)


3 commenti:

  1. Hai detto bene... l'incognita e' Vucinic.. (3 assist ed un gol) che si gioca il campionato nelle prossime 3/4 partite, tra cui Milan, Inter e Napoli .
    Troppo entusiamo per una vittoria contro una squadra inconsistente. Troppi elogi ai centrocampisti. Io personalmente ho visto un ottimo Vidal, ma Mortisio sempre sugli stessi livelli. Caceres, ha fatto due svarioni da far ghiacciare i coglioni a chiunque. E' bravo, si, ma deve curare ancora parecchio la fase difensiva.
    BEnzema, e' un punto fermo del real.. non penso si muova.. e non per la Juve.
    Higuain, resti dove'.. sarebbe ottimo in una squadra che lo serve parecchio.. da solo, intendo senza uno come Vucinic di Sabato scorso e' utile quanto Matri..
    Trovo Suarez, decisamente piu completo. Puo fare la prima o la seconda punta.
    Dzeko.. vedi Iguain.. e con il modulo di Conte rischieremmo di avere (come tutt'ora con matri e borriello) il centravanti che si trova spesso sulla fascia a dover crossare.. invece di stare in mezzo all'area.

    PS. Ma uno come Almiron, visto che e' ancora della Juve, farebbe cosi schifo il prossimo anno, come vice pirlo?? Ogni anno fanno di tutto per sbolognarlo.. se si fotte Pirlo siamo finiti.. Mah..! A volte sembrano dei veri principianti..
    saluti,
    STE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almiron lo abbiamo ceduto per circa 400 mila euro al Catania a titolo definitivo. Vedere oggi come stanno giocando alla grande lui e Legrottaglie fa pensare che forse forse come riserva in questa squadra non avrebbero fatto così schifo. Anche in virtù del fatto che i due a Catania guadagnano meno di 500-600 mila euro netti a stagione, in pratica insieme meno di Motta.

      Invece io spero che gli comincino a valorizzare questi giovani, che gli compriamo e gli bruciamo come fatto con Yago Falque, che dalla cantera catalana, strappato alla concorrenza delle inglesi, è passato a fare panchina al Bari e poi quando fermo da quasi 1-2 anni mandato in prestito in Serie B in Spagna.

      Sto per scrivere infatti un post su Immobile, a brevissimo online, anche in quel caso mi sembra che si sia ceduto un po' troppo a cuor leggero un 1990 che a -10 partite dalla fine del campionato cadetto è già a quota 21 goal

      Elimina
    2. ..Menomale che mi hai corretto.. stavo cominciando a pensare che Marotta era un incapace..
      Grazie per i chiarimenti.
      STE

      Elimina