Piazza Juve

mercoledì 8 febbraio 2012

Milan - Juventus: Una Juventus rinnovata in campo per battere il Milan e puntare alla "doppietta" Scudetto e Coppa Italia

In campionato pesa ancora il pareggio di Siena è la mancata possibilità di lasciare i rossoneri con un burrone fatto di punti a dividerli dalla vetta esclusivamente bianconera, ma in Coppa Italia quasi tutto si deciderà stasera stesso. Il Milan in casa sfiderà la squadra di Conte che si ripresenta con l'ennesima trasformazione nel look e nei modelli, leggasi modulo e giocatori in campo. Non un turn over, come qualcuno racconta, ma la squadra titolare-bis in campo, si potrebbe dire, soprattutto a fronte dei milioni di euro spesi per quei "cosi detti" panchinari che oggi dovrebbero affrontare la squadra di Allegri.

Torna alla Juventus, dopo un anno e mezzo di assenza, Caceres, giocherà molto probabilmente stasera in difesa, al posto di Lichtsteiner che potrebbe invece avanzare al ruolo di esterno di centrocampo. Dovrebbe scendere in campo anche l'altro acquisto invernale, Borriello, l'ex rossonero che fin ora in campionato a macinato pochi minuti e lasciando veramente poco il segno. Anche Padoin potrebbe prendersi un posto in mezzo al campo, magari per far rifiatare quel Pirlo che sarebbe il grande atteso della partita contro la sua ex squadra. Resta sicuramente in panchina invece Elia, in attacco giocherà Del Piero con l'ex rossonero, quindi per lui si prospetto l'ennesima partita vista dal bordo campo. Infine vorrei chiarire perché ho chiamato questa formazione titolare-bis. Perché guardando i 10 milioni di costo di Caceres, i 5 di Padoin, gli 8 (se riscattato) di Borriello, i 10 di Elia (che continua a marcire in panchina), i 5 di Storari e i 15 di Bonucci (che ha quasi ufficialmente perso il posto titolare ormai), e senza dimenticare i 15 per quel Krasic che sta bello fresco in tribuna ormai, si ha una bella cifra che si aggira attorno ai 60 milioni di euro, sarebbe estremamente disonesto dire che tutte queste spese erano evitabili, ma si potrebbe però pensare che forse se Storari lo si cedeva (con il ritorno di Buffon ormai gioca solo in Coppa Italia) recuperando almeno in parte il suo cartellino, che se invece di Padoin si fosse "insistito" su Marrone, assodato anche il nuovo ruolo di Giaccherini come centrocampista centrale, che se invece di Borriello avessimo dato tutta la fiducia che merita Quagliarella, forse una decina di milioni si poteva risparmiare, soprattutto se si vanno a considerare gli ingaggi elevati di un Borriello riserva.
Ritornando a parlare della partita di oggi appare evidente che si può vincere solo bloccando il loro attaccante di peso, l'altro grande ex della partita, Zlatan Ibrahimovic, e superando in agonismo il loro centrocampo fatto in parte di ex giocatori e di quell'altro ex, Aquilani, che sicuramente non brilla se pressato adeguatamente. Non è una partita difficile da vincere, ovviamente non è neanche facile, ma se la squadra gira per come sa fare, con una squadra che non pensa a difendersi in 11 uomini come fatto dal Siena, questa Juventus non ha motivi per non vincere l'incontro.

FORMAZIONE BIANCONERA:
Storari
Caceres Bonucci Chiellini
Lichtsteiner Giaccherini Padoin Marchisio Estigarribia
Del Piero Borriello


Nessun commento:

Posta un commento