Piazza Juve

sabato 21 gennaio 2012

Mercato Juventus: I tre veri obbiettivi del mercato e la nuova strategia per il 2012

Il mercato invernale della Juventus sembra immobile, ma la realtà è che tutto ciò è al momento fortemente voluto. Se la società volesse intervenire per sistemare la rosa, soprattutto per i prossimi sei mesi e quindi in ottica scudetto, avrebbe già portato in squadra Pizarro, Palombo, Caceres e magari pure Bocchetti. Nessun fenomeno, tutti buoni o discreti giocatori, ma tutti (tranne Caceres) investimenti a breve o brevissima scadenza. Infatti la società avrebbe definitivamente cambiato strategia, basta giocatori buoni ma avanti con l'età, meglio spendere di più ma per prodotti più giovani. E così se comunque è arrivato Borriello, e dopo scriverò pure del probabile perché del suo arrivo, sembrano sensate le scelte di aspettare che le trattative per portare in bianconero Nainggolan del Cagliari, Guarin del Porto, Caceres del Siviglia, si sblocchino.

In realtà solo uno tra Caceres e Guarin arriverà alla Juventus a Gennaio, anche se la società avrebbe comunque bloccato Guarin per Giugno, volendo prima porre rimedio alla assenza di riserve adeguate in difesa. Per entrambi la cifra da sborsare è quasi identica, tra i 7 e i 9 milioni, e le trattative viaggiano abbastanza spedite e con ottime probabilità di portarne a conclusione immediata almeno una. Caceres se si riuscirà a convincere il Siviglia, Guarin altrimenti. Ma l'obbiettivo numero al momento sarebbe essere Nainggolan del Cagliari, il giocatore belga sarebbe il perfetto sostituto di Pirlo, sia per età, che per doti tecniche. A favorire la trattativa gli ottimi rapporti tra le dirigenze e la buona classifica della società sarda, che potrebbe alla fine convincersi con la seconda parte del cartellino di Ekdal (che comunque piace ancora alla Juve, ma non più del belga) e magari la comproprietà di Marrone, oltre ovviamente un indennizzo economico, fino a pareggiare la richiesta dei 15 milioni richiesti.



Tra Gennaio e Giugno comunque è assai probabile che l'assalto a i tre sia portato a termine. Ma nel Cagliari l'attenzione bianconera resta altissima soprattutto su Astori, i dirigenti sardi sanno già di doversi preparare a trattare con i bianconeri per il giocatore a Giugno, e la società bianconero ha già molto probabilmente anticipato questo. L'arrivo di questi quattro sarebbe assai facilitato dalla cessione di Krasic (almeno 10 milioni), Motta (2-3 milioni), e le rescissioni (o mancati rinnovi) di Amauri, Iaquinta, Toni, Grosso (almeno 15 milioni lordi di risparmio sui cartellini), oltre che i soldi dell'addio definitivo di Melo (13 milioni per il riscatto dei Turchi). Una cifra che permetterebbe di portare giocatori utili in squadra senza dover toccare troppo i bilanci societari. Sembra assai probabile anche che in bianconero si riveda Ziegler, troppo frettolosamente cacciato a Settembre, e che ora potrebbe ritornare per far coppia con De Ceglie sulla sinistra, dando a Caceres il compito di fare il vice Lichsteiner o il quarto centrale.

Guardando la carta di identità dei giocatori scritti sopra si nota come siano tutti nati tra il 1986 e il 1988, ovvero tra i 26 e i 23 anni. E denoterebbe la seria volontà della società di investire sui prodotti futuribili o per lo meno non a immediata scadenza, volontà comprovata dall'arrivo in bianconero di Appelts dal Brasile, della comproprietà di Taider, e del recente acquisto del giovane Leali. E anche del mancato arrivo di Pizarro, che si ritarderà fino al limite di Gennaio se non si avranno alternative più giovani.

Da perplessità allora ancora l'arrivo di Borriello, perché? La dirigenza dice per coprire l'organico con la prima punta che mancava numericamente, ma nella realtà uno o due tra lui, Matri e Quagliarella, partirà in estate. In arrivo in attacco infatti ci sono Giovinco, di ritorno dopo due anni a Parma, e molto probabilmente un nuovo attaccante tra Higuain, Jovetic e non solo. Servirà allora numericamente sfoltire la rosa, ma prima si dovrà capire chi è il più utile a restare in gruppo.


Nessun commento:

Posta un commento