Piazza Juve

venerdì 23 dicembre 2011

Tutto Il Mercato di Gennaio 2012 della Juventus. Fuori Krasic (all'Inter?) dentro Boriello, Montolivo e Caceres

Krasic ha le valige pronte, ne parlano tutti, compreso questo sito nell'articolo Addio Krasic, e anche dei possibili sostituti se ne è ampiamente parlato (un esempio: I quattro nomi del mercato della Juventus), qui proveremo a fare una lista dei partenti e di coloro che entrano, ponendo per ognuno di essi una percentuale di "riuscita" dell'operazione.

Cominciando con le cessioni, il primo nome che lascerà i colori bianconeri è quello di Milos Krasic, che al 99% non vestirà più la maglia juventina da Gennaio. Su di lui i club inglesi più importanti della Premier. Ma anche l'Inter sembrerebbe intenzionata a fare un offerta. Il giocatore era di interesse nerazzurro già quando venne alla Juventus, Moratti provo a strapparlo alla Juve che poi vinse il cartellino del giocatore. Ma oggi potrebbe riprovarci, Ranieri vorrebbe schierarlo esterno destro nel suo 4-4-2 per dare dinamicità alla manovra interista, che necessità paurosamente di gente che corre e si rende propositiva in attacco. Ma su Krasic all'Inter sono tanti, sicuramente la maggioranza dei tifosi juventini, a titubare. Se il giocatore tornasse sui suoi standard avremmo regalato agli interisti un ottimo gioco e ridato a loro la chance di tornare in lotta per l'Europa. Comunque sia il prezzo di vendita del giocatore sarebbe 12 milioni, che serviranno per il mercato invernale stesso.

Un'altra cessione, che anche questa al 99% verrà portata a termine è quella di Amauri, il brasiliano ormai è destinato al Genoa, non è chiaro se la Juventus riuscirà a strappare del denaro dal passaggio di proprietà, ma sicuramente liberandosi del secondo ingaggio più pesante in rosa ci sono ottime ragioni per dare comunque via il giocatore. Su di lui forse anche il Tottenham e qualche club francese.

Sempre nella lista cessioni Vincenzo Iaquinta, al 70% partirà per Novara o Fiorentina, le due squadre potrebbero dare alla Juve una cifra compresa tra l'1 e i 3 milioni di euro, e Marotta sarebbe ben felice di salutare un giocatore che da anni ormai vive nell'infermeria di Vinovo. Percentuale del 70/100 dovuta alle già tante occasioni perse di cedere il giocatore quando in passato lo stesso Iaquinta rifiuto diverse appetibili destinazioni.

Un altro attaccante pronto all'addio è Luca Toni, per lui la percentuale di addio è del 70%, praticamente invisibile a gli occhi di Conte il giocatore potrebbe andare in un club USA o in Arabia, in Italia solo qualche squadra di bassa classifica potrebbe avere interesse per lui. La concorrenza per lui c'è, ma nessuno scalpita. Se il giocatore però vuole rivedere il campo questa stagione, dovrà accettare di cambiare maglia, qualunque essa sia.

L'ultimo arrivo dell'era Secco, è Fabio Grosso, nessuno lo cerca e la Juve non riesce a cederlo. Quando gli arabi si sono presentati per portarlo a giocare insieme a Cannavaro lui ha gentilmente rifiutato, e così oggi resta sul groppone bianconero ancora una volta, le percentuali su un suo addio stanno al 30%.





In arrivo invece la lista è più corta, e vede:

Marco Boriello da Roma trasferirsi in bianconero, per lui 1 milione di euro da versare alle casse capitoline per il prestito oneroso, e diritto di riscatto in estate a 8 milioni di euro. Serve un attaccante "pesante" da alternare a Matri, e Quagliarella potrebbe non bastare, anche perché per l'ex Napoli il mister Conte potrebbe decidere il cambio ruolo, schierandolo attaccante esterno al posto di Vucinic, dato che Giaccherini è stato sceso a centrocampo. Percentuale di successo 80%.

In difesa invece potrebbe ritornare Caceres, 80% anche qui di possibilità di arrivo, lui è il preferito dalla dirigenza, e la società starebbe puntando anche qui su di un prestito oneroso con riscatto, il tutto per un totale di circa 7-8 milioni di euro. Se Caceres non arriva, a parità di "percentuale" il duo Bocchetti-Alex, uno dei due verrebbe scelto come centrale difensivo da affiancare a Barzagli, per loro percentuale del 20%.

A centrocampo resta tra i papabili a sostituire Pirlo il fiorentino Riccardo Montolivo, il 50% per lui, che in Italia è seguito specialmente da Juve, con Milan e Inter a seguire ma con distacco. Il suo arrivo è agevolato dalla scadenza di contratto a breve del giocatore, la società per "soli" 4 milioni proverebbe l'aggancio al vice Pirlo designato. Se non arriva Montolivo anche Palombo torna in lizza per l'approdo in bianconero. Ma non più del 30% di probabilità di vederlo alla Juve.


2 commenti:

  1. FERMATE MAROTTA!!! Sceglie i giocatori con gli stessi criteri con cui una massaia, poco abile in cucina, va far la spesa.. Un'occhiata al cartellino del prezzo e via. Borriello, tecnicamente risibile; psicologicamente, per la squadra, destabilizzante; empaticamente, per i tifosi, con la stessa attrattiva di un gatto aggrappato ai cosiddetti. FERMATE MAROTTA!!!

    RispondiElimina
  2. Ma che cavolo fa invece di prendere 3 o 4 giocatori ne potrebbe prendere 1 e buono.

    RispondiElimina