Piazza Juve

sabato 24 dicembre 2011

Juventus vs Milan: Le Rose delle due candidate allo scudetto a confronto


A Pari punti in campionato, il Milan e la Juventus, si candidano per occupare entrambe la prima posizione della classifica e portarsi a casa il titolo nazionale. Entrambe le squadre vengono da una prima parte di stagione abbastanza singolare, il Milan si trova al primo posto nonostante un avvio sconfortante, e la Juventus sta in prima posizione senza aver mai perso ma con troppi pareggi alle spalle. L'Attenuante per entrambe sta però nella lunga serie di infortuni dei giocatori milanisti nella prima parte di stagione, e nel dovuto tempo di avvio del nuovo progetto Juve, affidato ad un allenatore nuovo e con tanti diversi elementi nuovi in gruppo. Per capire se le due squadre si equivalgono veramente, o se alla fine una delle due vincerà per distacco possiamo provare a mettere a confronto le rose delle due squadre, senza inutili considerazioni da "tifoso", perché in fin dei conti sarebbero veramente inutili, dato che non cambierebbero la realtà.

Partendo dalla difesa elenchiamo i difensori del Milan e dopo quelli della Juventus:
Nel Milan abbiamo: Amelia, Taiwo, Mexes, Nesta, Abbiati, Bonera, Roma, Abbiati, Yepes, Antonini, Zambrotta

Nella Juventus invece: Buffon, Motta, Chiellini, Grosso, De Ceglie, Manninger, Barzagli, Bonucci, Storari, Sorensen, Lichsteiner

Se consideriamo la difesa divisa per funzioni, per il ruolo di portiere non c'è partita, nonostante le brutte stagioni passate quest'anno Buffon sembra tornare a livelli ottimi, e nonostante il Milan possa contare su ottimi portieri come Amelia e Abbiati, al momento sia Buffon che Storari, stanno sopra i due rossoneri. A livello di reparto centrale anche qui non c'è partita, ma stavolta a favore rossonero, la coppia Silva-Nesta è tra le migliori in Europa. La Juventus ha cambiato marcia in difesa rispetto la scorsa stagione, ma Barzagli e Bonucci non sono paragonabili ai due milanisti. Anche a livello di riserve il Milan schiera Mexes che è un ottimo giocatore, la Juventus si ritrova solo con Chiellini che però gioca terzino, in questo caso però è indubbio che Chiellini da titolare invece potrebbe giocarsela con i due rossoneri, se affiancato dal giusto compagno di reparto. Per il ruolo di terzini la Juventus gioca proprio con Chiellini e Lichsteiner, il Milan può contare su Abate e Taiwo. Considerando Abate un ottimo giocatore, e Lichsteiner una delle migliori note positive del campionato bianconero, si potrebbe dire che a destra potrebbero anche andare alla pari. Ma la vera differenza sta a sinistra, dove Taiwo seppur molto più propositivo di Chiellini, a parere personale non è affidabile difensivamente come l'italiano, che non a caso ha giocato da centrale titolare per almeno 3 stagioni prima di tornare nel suo ruolo originale. In definitiva si potrebbe dire che in difesa l'ago della bilancia propende leggermente a favore della Juventus, ma dire questo significa sottovalutare come la squadra affronta le partite. Da questo punto di vista entrambe curano questo aspetto, la Juventus con un netto possesso palla, il Milan piazzando a centrocampo un mastino da centrale aggiunto.



E proprio parlando del centrocampo, nel Milan troviamo: Van Bommel, Gattuso, Seedorf, Flamini, Aquilani, Nocerino, Ambrosini, Boateng, Emanuelson,
Mentre alla Juve: Pazienza, Marchisio, Pirlo, Vidal, Giaccherini, Krasic, Estigarribia

Senza volere esagerare, qui il confronto però non è proprio alla pari o quasi come nella difesa, il gruppo titolare bianconero può contare su Pirlo, che seppure "scarto" del Milan è nettamente superiore a Gattuso, sia fisicamente che a livello di qualità, e anche Van Bommel o Seedorf non sono da titolari pari all'ex compagno di squadra. Al Milan giocano poi Nocerino e Aquilani, che se Pirlo è un loro scarto, loro sono dei nostri scarti. La crescita di Nocerino è veramente eccezionale quest'anno, ma anche quella di Marchisio che a tutti gli effetti è diventato il giocatore italiano più forte del momento, Aquilani alla Juve non avrebbe un giocatore con cui confrontarsi, schierando noi Vidal, a livello qualitativo indubbio dire che Aquilani sia migliore, ma quando si scende in campo il potenziale è una cosa, quello che si fa un altra, e allora il confronto non regge, anche se Vidal messo poi a paragone con Boateng potrebbe anche scomparire. Il milanista che gioca praticamente trequartista ha quasi le stesse doti difensive e di sradica palloni di Vidal, ma a queste aggiunge una qualità non comune per il tipo di giocatore. A livello di panchina le squadre più o meno si equivalgono, perché se la Juve non ha un elemento di qualità a ricambio, al Milan questo si chiama Seedorf, che non è più un giovane capace di reggere una partita intera senza uscire con i crampi. Abbiamo messo Estigarribia e Giaccherini a centrocampo nella Juve in quanto sono stati più spesso schierati dietro gli attaccanti che in zona offensiva. Krasic ormai sicuro partente e schierato quasi mai (come Elia) è inutile nominarlo ormai.

In generale si può dire che a livello titolare la Juventus vince alla grande, nonostante Boateng per il Milan. Il centrocampo milanista pecca troppo di anzianità, Van Bommel, Seedorf, Gattuso, Ambrosini sono molto più alla frutta dell'ex compagno Pirlo, a cui si aggiunge Aquilani, giocatore non in grado di fare pressing e che spesso scompare dal rettangolo di gioco. Per contro la stagione stratosferica di Marchisio segna per la Juventus la "vittoria" nella zona centrale.

Ma in attacco la situazione è differente:
Il Milan schiera infatti: Pato, Inzaghi, Ibrahimovic, Robinho, El Shaarawy, Cassano
La Juve: Pepe, Iaquinta, Del Piero, Vucinic, Elia, Quagliarella, Toni, Matri, Amauri

Troppo inutile qui fare ragionamenti. Il Milan non ha nessuno in Italia con un parco attaccante simile, e senza però sminuire il trio Vucinic-Matri-Pepe, che in questo inizio di campionato ha fatto fin ora benissimo, ma quando la controparte schiera Ibrahimovic può praticamente vincere un campionato giocando in 10 o 9 tutte le partite, a questi poi aggiungere Robinho e Pato significa solo aumentare il gap a favore dei milanisti. La vera differenza fra le due rose però è lo svedese, lui da solo è capace di smontare ogni difesa avversaria, e i tifosi bianconeri questo se lo ricordano molto bene.


Se mettiamo invece gli allenatori a paragone, Allegri vs Conte, a mia sorpresa per quanto ho scritto su di lui in estate, Conte sembra vincere alla grande. La rosa milanista può contare su elementi molto, molto pregiati, ha avuto anche grossi favori fino ad ora (5 rigori, quasi uno ogni tre partite), eppure si trova a condividere la prima posizione. Conte ha dato ad una Juve reduce da una settima posizione un gioco offensivo di stampo europeo impressionante, nonostante l'assenza di un top player in attacco la squadra ha fin ora disputato una stagione straordinaria, tenendo sotto scacco praticamente qualsiasi squadra e senza mai perdere fino ad oggi. E' vero che la Juve è avvantaggiata dalle Coppe, ma a livello di riserve il Milan ha più certezze delle nostre. E poi, lo scontro diretto, lo ricordiamo tutti è stato praticamente dominato dalla Juventus. Allegri però vanta una esperienza non indifferente in Serie A.

In definitiva, a parere personale, il Milan resta la grande favorita. Centrocampo e difesa titolari potrebbero far pensare ad una Juve con più chance, ma l'attacco milanista è di un altro pianeta, in Europa sicuramente tra i migliori dopo quelli spagnoli. La Juve però può contare su Conte, che quest'anno sta trasmettendo grinta, forza e stile che pochi si sarebbero aspettati (io per primo no), e che potrebbe alla lunga vincere lo scontro puntando sul fatto che il solo reparto offensivo non può bastare se sorretto da una serie di giocatori troppo in la con l'età.

Le Rose (fonte Wikipedia) per intero in definitiva sono:


MILAN:


1 Amelia · 2 Taiwo · 4 van Bommel · 5 Mexès · 7 Pato · 8 Gattuso · 9 Inzaghi · 10 Seedorf · 11 Ibrahimović · 13 Nesta · 16 Flamini · 18 Aquilani · 19 Zambrotta · 20 Abate · 22 Nocerino · 23 Ambrosini · 25 Bonera · 27 Boateng · 28 Emanuelson · 30 Roma · 32 Abbiati · 33 Thiago Silva · 52 De Sciglio · 57 Valoti · 70 Robinho · 76 Yepes · 77 Antonini · 92 El Shaarawy · 99 Cassano · Allenatore: Allegri


JUVENTUS:


1 Buffon · 2 Motta · 3 Chiellini · 5 Pazienza · 6 Grosso · 7 Pepe · 8 Marchisio · 9 Iaquinta · 10 Del Piero · 11 De Ceglie · 13 Manninger · 14 Vučinić · 15 Barzagli · 17 Elia · 18 Quagliarella · 19 Bonucci · 20 Toni · 21 Pirlo · 22 Vidal · 24 Giaccherini · 26 Lichtsteiner · 27 Krasić · 28 Estigarribia · 30 Storari · 32 Matri · 33 Sørensen · 34 Marrone · 38 Amauri · Allenatore: Conte


2 commenti: