Piazza Juve

venerdì 23 dicembre 2011

Calciopoli: FARSA TOTALE. Un Invesigatore rivela i brogli e le falsità di un indagine fatta a tavolino

E' il Corriere dello Sport a dare l'intervista, ricordiamo che il CdS non è un giornale per niente vicino alla Juventus, eppure non si è potuto fare a meno di mandare in stampa in Prima Pagina una di quelle interviste che fa rumore e che chiarisce una volta per tutte un chiaro quanto semplice messaggio: "Calciopoli è stata tutta una farsa". A esprimere dubbi su come sono state condotte le indagini e su presunti problemi che avrebbero permesso all'Inter di scappare dal processo ci pensa un investigatore (che rimane anonimo) che all'epoca collaborò con Auricchio. Da questa intervista si evince che le schede svizzere, le tanto famose schede svizzere, in realtà non provavano niente ed erano anzi spente. Che causa strani guasti tecnici diverse telefonate furono fatte sparire, magari qualcuno del capo nerazzurro, e che forse le indagini sono state fatte in maniera troppo giustizialista, o magari con un fine che non fosse quello di provare un illecito, quanto di creare nell'opinione pubblica l'idea che c'è ne fosse stato uno.

Di seguito l'estratto migliore dell'intervista leggibile per intero cliccando qui su Calciopoli Choc, e a finire il video-commento di Claudio Zuliani alla lettura del giornale.


Ci spieghi una cosa: come mai le telefonate che riguardavano l’Inter non sono entrate nell’inchiesta? Eppure il loro tenore non era diverso da quelle che abbiamo letto, dal 2006 ad oggi...
«Noi facevamo i baffetti: dopo ogni telefonata usavamo il verde se le conversazioni erano ininfluenti, l’arancione se c'era qualche cosettina. Col rosso parlavano di calcio (nel senso, cose che potevano interessare all’inchiesta, ndr). Noi facevamo un rapido riassunto, un brogliaccio. Ogni telefonata aveva il suo brogliaccio, nome cognome e di cosa parlavano, se era interessante.. C'era una cartellina con il nome».

Ha mai intercettato una telefonata dell’Inter? Le ha mai sentite? Sapeva che c’erano?
«Che ci stavano sì, ma io personalmente no. Io facevo altro...»

Ma lei ha mai sentito Bergamo, ad esempio, che parlava con Facchetti. O con Moratti.
«Tu non è che fai sempre gli stessi... Se capita che non ci sei, c'è un altro che ascolta».

Però alcune intercettazioni non sono finite nell’inchiesta, nelle indagini. Un’anomalia?
«C’erano perché ci sono le registrazioni. La cosa un po’ anomala è il server delle intercettazioni. E’ in Procura, a Roma, a Piazzale Clodio. Quando c’era qualche problema, e capitava spesso, telefonavamo a chi era in Procura: “Guarda, la postazione 15 qui non funziona, che è successo?” “Vabbé adesso controllo....”. Dopo un po’ richiamavano da Piazzale Clodio: “Ti ho ridato la linea, vedi un po’”. Andavi a controllare, magari avevi finito alla telefonata 250 e ti ritrovavi alla telefonata 280. E le altre 30? “Me le so perse...”».
E’ tecnicamente possibile non intercettare un’utenza sotto controllo per un determinato periodo di tempo?
«Tranquillamente. Tu stacchi il server e la cosa si perde»

Avete mai intercettato le sim estere? Quelle del gestore svizzero, per capirci.
«Quando vai ad intercettare una scheda straniera, in questo caso Svizzera, devi chiedere l’autorizzazione. E loro che cosa hanno fatto? L’hanno chiesta ma, nello stesso tempo, hanno già attaccato il telefono. Ma a quel telefono non parlavano. In quindici giorni, questa scheda, non ha fatto niente».

Di chi era la scheda?
«Di Luciano Moggi»

Tra quelli che sono stati condannati in primo grado, quali sono quelli che pagano troppo o ingiustamente?
«Io dico la verità, la maggior parte. Cioè, è una cosa fatta, forzata un po’, ci stava la telefonata, però se vai a vedere effettivamente le partite, partite veramente truccate, dove l’arbitro è stato veramente coinvolto. Non ci sono. Non c’è la partita dove si dice: adesso li abbiamo beccati. Si era parlato di questo è Lecce-Parma, di De Santis, quella di “mi sono messo in mezzo”. E’ una spacconeria, quello voleva fare il fenomeno». 



7 commenti:

  1. e guarda caso il sito si chiama piazzajuve...ahahah RUBENTINI FATE PENA, VERGOGNA DEL CALCIO ITALIANO, AVETE RUBATO E STRARUBATO! INTER UNICA SQUADRA ONESTA DEL CAMPIONATO ITALIANO! ADESSO JUVE E MILAN SI STANNO PALESEMENTE RICONCILIANDO COME ANNI FA...SI VEDE CHIARAMENTE DAI TORTI ARBITRALI SUBITI DALL'INTER AD INIZIO STAGIONE. MA BEN PRESTO RIPORTEREMO GIUSTIZIA ED EQUITà NEL CAMPIONATO! VOI SIETE IL MALE NOI IL BENE! FORZA PAZZA INTER

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ALLA FACCIA DELL'ONESTA' DEGLI INTERISTI!PER RIUSCIRE A VINCERE QUALCOSA HANNO DOVUTO MANDARE IN SERIE B LA JUVE.. LA SCUSA PER CUI NON VINCEVANO IN SERIE A ERA PERCHE' LA JUVE CHE RUBAVA... HAHAHHH .. MA SE ERAVATE COSI' FORTI COME DITE, COME MAI NON AVETE MAI VINTO LA CHAMPIONS LEAGUE? AH SI ANCHE LI LA JUVE RUBAVA E TALMENTE TANTO CHE NE HA PERSO TRE..AVESSE AVUTO TUTTO QUESTO POTERE!COMUNQUE COMPLIMENTI PER GLI ULTIMI CINQUE SCUDETTI " ONESTI"...

      Elimina
  2. dopo tutte le confessioni di moggi e compagnia bella, ora vlete far credere che era l'inter ad organizzare calciopoli! ahahah fate ridere...

    RispondiElimina
  3. GRAZIE Moratti !!!
    solo contro tutti ...
    distruggi la cupola di berlusca & lucianone !!!

    RispondiElimina
  4. i soliti interisti merde eravate e merde resterete buffoniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii !

    RispondiElimina
  5. interisti aprite gli occhi, da Palazzi a investigatori intervistati dal Corriere dello Sport (mica TuttoSport) esce una sola verità, l'Inter pulita non era, ma qualcuno ha nascosto la verità. I VERI LADRI SIETE VOI

    RispondiElimina
  6. Innanzitutto complimenti al sito piazzajuve,cari interisti fate meglio a nascondervi e restituire il maltolto del quadriennio 2006-2010,avete gambizzato i vostri avversari al solo scopo di vincere facile,in sostanza siete i principali colpevoli della discesa italiana nei due ranking uefa e fifa avendo vinto praticamente senza nessuno a farvi da avversario,e poi chelsea,barcellona e bayern monaco gridano ancora vendetta a gran voce per la champions che gli avete portato via nella finale di madrid

    RispondiElimina