Piazza Juve

mercoledì 21 dicembre 2011

Caceres, Borriello, Montolivo e Palombo a Gennaio per centrare lo scudetto

Sui grandi numeri Marotta non stupisce più, ad ogni sessione estiva di mercato da quando è alla Juventus i giocatori portati in squadra e quelli salutati sono sempre stati tanti, forse troppi. Però adesso si può ipotizzare una situazione del genere anche per il mercato invernale. La lotta per lo scudetto non prevista infatti sta spingendo tutti a pensare se non è meglio investire subito per colmare quelle lacune (soprattutto a livello di alternative) che potrebbero dare continuità ai risultati bianconeri e portare il trentesimo scudetto a Torino dopo i 5 anni e oltre di disgrazia by farsopoli.

Per portare in gruppo i giocatori seguiti bisognerà prima "sfoltire" la rosa, e sono tanti i giocatori candidati all'addio. Iaquinta e Krasic sarebbero già con un piede lontano da Torino, la Fiorentina vuole il primo, il Manchester United il secondo. Un ritorno economico di almeno 13 milioni per le due cessioni, a cui si aggiungerebbero i risparmi sugli ingaggi di Amauri (che potrebbe andare a Genoa o in Francia) e quello delle probabili cessioni di Toni e Grosso. Risparmi praticamente pari a 20 milioni, a cui però può aggiungersi un ulteriore decina di milioni, quella versata e mai praticamente ammortizzata per Elia, giocatore che Conte sembra proprio non vedere o volere vedere. Sulla permanenza del giocatore in bianconero però potrebbero pesare quelle due prestazioni ultime, tra campionato e coppa Italia, in cui il giocatore non ha deluso, nonostante non fosse un elemento ancora ben integrato nel gioco bianconero.

I soldi accumulati serviranno sicuramente per un difensore centrale, e qui si dice che potrebbero già essere stati fatti i giochi per portare Martin Caceres di nuovo alla Juventus. Al Siviglia un paio di milioni subito e circa 5 a Giugno. Il giocatore sia come centrale che come terzino destro sarebbe un ottimo elemento, che alla Juventus ha già lasciato un buon ricordo nella mente dei tifosi.

A centrocampo si seguono due giocatori, dalla Fiorentina (che dovrebbe come detto prendere Iaquinta) si tratta l'arrivo di Riccardo Montolivo, l'unica convenienza dell'operazione sta nell'economicità dell'operazione per un giocatore praticamente svincolato. Fa però strano pensare uno dei giocatori più molli degli ultimi anni sotto la guida di Conte, che ai suoi chiede grinta e carisma in abbondanza. Per lui il ruolo di vice Pirlo, nella speranza (forse vana) che nel tempo il giocatore possa sostituire definitivamente il bresciano.

Un altro probabile arrivo è quello di Palombo dalla Sampdoria, il giocatore ha caratteristiche molto simili a quelle di Pazienza ma un carattere più da leader rispetto l'ex Napoli, certo fra fare il leader alla Samp, e farlo alla Juve di differenza ce ne è fin troppa. Però il suo arrivo darebbe sicurezza ad un centrocampo che oltre i tre titolari e l'ex napoli, deve adattare Giaccherini da esterno offensivo a centrocampista.

L'ultimo dei giocatori trattati è Borriello, ma la Roma chiede almeno 9 milioni, soldi che difficilmente la Juve spenderà per l'italiano. In fin dei conti la speranza di tutti è che Quagliarella ritorni quello della scorsa stagione, e in questo caso anche Matri avrebbe il posto a rischio, figurarsi Marco Borriello. Però il suo arrivo sarebbe numericamente logico per la partenza dei tanti pezzi di ricambio della zona d'attacco.

Tutti nomi che però arriveranno a condizione che non mettano in difficoltà economiche la società, che invece vuole riservare le cifre che contano per il mercato estivo, quando diversi nomi che sono oggi monitorati potrebbero essere agganciati da offerta bianconere. Hummels e Ozil su tutti.


Nessun commento:

Posta un commento