Piazza Juve

sabato 26 novembre 2011

Ma Tevez chi lo vuole? Ennessimo attaccante-scarto

Carlos Tévez fa parlare di se tutti i giornali sportivi del mondo. Questi rilanciano di volta in volta il suo nome, accostandolo prima al Real Madrid, poi all'Inter, ma poi sembra che sia fatta per vederlo al Milan fino a quando non spunta la Juventus. Giocatore dalla caratteristiche sicuramente devastanti in un campionato come quello italiano, in cui pure il Klose a fine carriera fa la differenza, ma prima che un grande giocatore, una grande testa di ca..o.

Delle sue disavventure fuori dal campo se ne parla più di quanto si parli delle sue prestazioni. Messo fuori rosa da Sir Alex Ferguson e venduto al City, si ritrova ora ad essere messo fuori rosa pure da Mancini, che lo ha esiliato in Argentina. Luciano Moggi sull'argomento scrive di fare attenzione, che il giocatore seppur in saldo potrebbe essere un problema nello spogliatoio, e rappresentare una spesa persa considerando le voci che lo vorrebbero molto, ma molto, fuori forma ultimamente.

I suoi agenti avrebbero anche contattato Marotta dopo aver fatto visita a Galliani, ieri circolava la voce di un Beppe Marotta disinteressato, ma oggi la Gazzetta rilancia e ci manda direttamente in prima fila per il cartellino dell'argentino. Da quanto emerge avremmo battuto tutti. Effettivamente "l'amore" che Andrea Agnelli avrebbe per il giocatore è noto, ma è anche vero che questo Tevez con questa Juventus ci sta come i cavoli a merenda. Conte schiera una squadra rapida, che fa molto possesso palla collettivo e dove anche Matri è chiamato a tornare ad aiutare la difesa. L'argentino invece è un giocatore di qualità assoluta, ma soprattutto un finalizzatore che la passa poco, che preferisce stare in area di rigore piuttosto che giocare a 360 gradi su tutto il campo. Problema non indifferente poi, si adatterebbe al nostro 4-3-3 ? E se si in che posizione? Da punta centrale, togliendo il posto ad un Matri che non merita di cederlo, o da esterno al posto di Pepe, dando qualità sicuramente, ma con molta meno grinta difensiva e cross?



Verrebbe da dire che forse l'acquisto, seppur possibile e potenzialmente ottimo, si potrebbe pure risparmiare. Considerando che in attacco avremmo ancora un giocatore, costatoci circa 18 milioni, e che stiamo cercando di recuperare. Quel Fabio Quagliarella che si adatterebbe alla perfezione al nostro modulo, conosce il gruppo e l'allenatore, e ha dimostrato di poter dire la sua anche ad alti livelli. Forse è proprio lui il nostro miglior acquisto per il mercato invernale. Forse pure più di quel Carlitos Tevez scarto di Manchester United e Manchester City.


3 commenti:

  1. Concordo in pieno.La stampa sta inzuppando il pane su Tevez, quasi a volerlo piazzare in Italia a tutti i costi(in maniera mediatica), neanche fossero pagati dagli stessi procuratori dell'argentino a scrivere in questo senso...
    Comunque il fatto che sia una "testina" fatta e finita deve far riflettere, e molto...

    step

    RispondiElimina
  2. Il problema sarebbe dove metterlo in campo, e l'unica soluzione è al posto di Pepe a destra. Che succede però, che Pepe torna anche in difesa, Tevez?? D'altronde c'è da riflettere se prenderlo, campione micidiale in area, o lasciarlo al milan....

    RispondiElimina
  3. Esatto, il problema sarebbe se con la rosa che abbiamo Tevez sia una priorita. Abbiamo comunque una difesa non proprio stabile, un centrocampo senza riserve, e un attacco invece abbastanza discreto. Se Krasic e Quagliarella tornano ai loro livelli non abbiamo di che lamentarci. Anche Elia ed Estigarribia poi potrebbero dare una grande mano in avanti. Tanto vale spendere invece per il top in difesa, oggi rileggo di Vidic, ma mi sembra assolutamente improbabile. Ma lui si che sarebbe un acquisto eccezionale

    RispondiElimina