Piazza Juve

venerdì 11 novembre 2011

L'Italia di Balotelli vince contro la Polonia. Super Mario protagonista assoluto

Senza Cassano la nazionale continua a vincere, non per ripetere inutili polemiche sulla reale portata di Antonio Cassano, ma se Balotelli è sempre come il giocatore odierno, c'è poco da rimpiangere.

La Polonia parte cercando di chiudere il gioco azzurro con pressing asfissiante e tantissima corsa, una buona dose di fortuna e di "miracolose" azioni del duo Chiellini-Ranocchia evita però che la gara volti in maniera negativa per i nostri colori. Poco dopo però inizia la gara vera dei nazionali italiani.

Marchisio torna ad accendere la gara al suo solito, in mezzo al campo recupera palloni e diventa onnipresente, e da un suo ottimo recupero scaturisce il primo goal, palla a Balotelli, ad altezza di poco superiore al centrocampo, e lancio di forza del giocatore del City verso la porta. Fino a quel momento "Super Mario" non aveva illuminato, problemi quasi a stare in piedi per lui che scivolava molto spesso, ma il goal gli da fiducia e lo trasforma nel trascinatore della squadra.

Diventa il migliore in campo, diventando capace di fare l'attaccante ma anche il centrocampista esterno aggiunto. Si muove in ogni zona del campo e regala il secondo goal a Pazzini, che riceve da Balotelli in posizione esterna un passaggio diretto a Pepe, che lo manca e lo regala a Pazzini, a cui basta un tocco appena sfiorato per indirizzare in porta il goal che decide definitivamente la gara.

Poi però la partita presenta il primo vero grande pericolo, Ranocchia per ingenuità commette rigore, un rigore generoso ma lecito, e allora tocca stavolta a Buffon salvare il risultato, un tiro abbastanza centrale e basso che il portiere azzurro blocca.

Poi Matri, subentrato a Pazzini, perde la possibilità di segnare sull'uno ad uno contro il portiere, e poco dopo manca il goal per uno sfortunato palleggio del pallone sull'erba del campo.

Buona partita, niente di trascendentale però. La squadra sembra soffrire moltissimo gli avversari che pressano, e diversi giocatori oggi non sono sembrati proprio entrati in gioco, come De Rossi, Pirlo e Montolivo. Non spreco parole su Thiago Motta, un non-italiano di cui non avevamo mancanza in rosa.

Migliore della Partità: MARIO BALOTELLI
Peggiore della Partità: DANIELE DE ROSSI


2 commenti:

  1. Siete faziosi sempre in tutto Marchisio 6 discreto, Balotelli 9 il migliore, Pazzini e ranocchia 7 buonissimi, Buffon 5,5 di stima guardate quello che ha combinato prima del rigore, Moggi 5,8 di giustizia. Ahahahahah

    RispondiElimina
  2. E tu evidentemente sei cieco. Non solo non ho messo voti, ma non ho per niente parlato male di Pazzini e Ranocchia, anzi del duo Chiellini-Ranocchia ho parlato pure di "miracolosi" recuperi, e di rigore giusto ma generoso quello causa di Ranocchia. Marchisio è stato il migliore della gara dopo Balotelli, se non riesci ad ammetterlo o sei cieco, o non capisci niente di calcio. Su Moggi, beh, è il primo grado, e comunque esistono ancora altri processi da portare avanti

    RispondiElimina