Piazza Juve

martedì 29 novembre 2011

Big Bang Juve. pirotecnico 3-3 con il Napoli. La Vetta della Classifica è ancora Cosa Nostra

Dallo studio in cui andava in onda il trash-reality di vip naufraghi più famoso d'Italia, la conduttrice (torinista però) gridava: "crederci sempre, mollare mai" e proprio questo slogan sembra accostarsi come poche altre frasi alla Juventus di stasera, capace di reggere ad un rigore assegnatoli contro, Hamsik sbaglia, capace di finire sotto di due goal alla fine del primo tempo, e di recuperare tutto.

Sarebbe triste commentare la prima parte di gara, dove imprecisioni e timore hanno avuto la meglio, ma al 46 si ritorna in campo diversi. Antonio Conte ha una capacità che nessun altro allenatore, dai tempi di Lippi, aveva alla Juve, quella di far tremare lo spogliatoio e spronarlo con le sue urla. E così gli stessi 11 che in 45' ne beccano 2, in pochissimo tempo entrano per rimettere a posto le cose, e con il solito Alessandro Matri segnano il primo a favore nostro della gara, e il sesto in campionato del goleador bianconero.

La partita continua però con le due squadre ad avanzare e tornare a difendere, Vucinic si fa artefice di qualche buona giocata, ma ancora oggi l'appuntamento con il goal lo manca. Poi il Napoli, con un Pandev che si ricorda pure come si segna per l'occasione, fa il terzo, doppietta del macedone, è sembra tutto finito, se non fosse per la repentina risposta del motorino Estigarribia, suo primo goal in carriera e San Paolo che trema. Juventus che ci crede, mai sotto di morale, e il Napoli sembra accusare la cosa. Serve però ancora un sussulto di Pepe, che in versione deluxe delizia la curva bianconera con un goal che vale il punto guadagnato.

Ancora azioni per la Juventus sul finire, con Quagliarella che spreca una ottima possibilità di ripartenza. Ma uscire dal San Paolo con un punto, anche se uno solo, li dove il Milan ne uscito con le ossa rotte, li dove il City ha sofferto e perso, dalla stessa squadra che ne ha messe tre in rete all'Inter. In più la storia recente giocava tutta a favore loro, con una striscia di sconfitte bianconere in quel di Napoli da far venire la pelle d'oca.

Juventus che aumenta pure il vantaggio sulle concorrenti, ora Milan e Udinese stanno a -2 punti, e cominciano a sentire la necessità di recuperare in fretta il gap accumulato. Il tutto mentre il Napoli da -9 non sembra più poter dire molto per la lotta al vertice.

Migliore della Partita: MARCELO ESTIGARRIBIA (di fiducia)
Peggiore della Partita: Leonardo Bonucci


Nessun commento:

Posta un commento