Piazza Juve

sabato 8 ottobre 2011

Juventus: Assalto alla Premier League. Quattro big nel mirino

Dopo i tentativi di assaltare la Bundes, con Elia e Vidal i giocatori strappati ai tedeschi, adesso Marotta sta programmando la prossima sessione di mercato guardando in terra inglese. In particolare quattro giocatori che piacciono molto in Italia, un big che è ormai il sogno pubblico di Conte, uno che lo è di molti, e due che dopo annate storte potrebbero cambiare aria per riciclarsi. Serviranno molti soldi, ma tutti e quattro rappresentano occasioni di mercato uniche che potrebbero non presentarsi mai più. Ovviamente parlare dei loro acquisti oggi è molto prematuro, e addirittura insensato. Per alcuni di loro infatti la concorrenza è spietata a livello mondiale.

Il primo, il più "arrivabile" è Walcott dell'Arsenal, esterno destro di grande qualità 25enne che con il contratto in scadenza nel 2013 è diventato preda da cacciare. Il giocatore è l'esterno ideale per Conte che pubblicamente lo ha più volte nominato tra i top che permetterebbero il salto di qualità della squadra. Il suo cartellino viene valutato intorno ai 20 milioni, ma la Juventus ha una carta che potrebbe giocarsi con particolare effetto per la società inglese, Milos Krasic, il serbo che piace (e tanto) a diversi club della Premier. E da cui ricavare 16 milioni di euro è tutto tranne che impossibile. Lo scambio assicurerebbe più qualità per noi, e darebbe un problema in meno a Conte, che più volte ha fatto capire quanto il serbo non sia il giocatore ideale per la sua idea di gioco.

Un altro a cui arrivare non è per niente difficile è Kolarov del Manchester City, il giocatore arrivato in Inghilterra sotto i migliori auspici e dopo stagioni esaltanti alla Lazio si è un po' perso, ma le qualità sono ancora dalla sua, insieme all'età, soli 26 anni. A sinistra andrebbe ad occupare la posizione del "supplente" Chiellini che tornerebbe al centro, e del non troppo convincente De Ceglie. Acquistato per 18 milioni, oggi si potrebbe strappare alla società di Mancini per una cifra superiore ai 10 e inferiore ai 15.

Il colpo grosso che potrebbe arrivare anche in prestito però ha residenza a Chelsea, nel cuore di Londra. Ed è Fernando Torres, acquistato per una cifra astronomica solo a Gennaio scorso e resosi protagonista di prestazioni quasi imbarazzanti. Con eclatanti occasioni da goal fallite e con l'impressione che lo spagnolo che portò la sua nazionale a conquistare l'Europeo si sia definitivamente perso. La Juventus, ma anche il Milan, è interessata a dare un'altra chance al giocatore, il Chelsea potrebbe anche decidere di cederlo in prestito con riscatto (non inferiore ai 30 milioni), formula che sappiamo quanto piaccia al dg Beppe Marotta.

L'ultimo, proveniente sempre dal City, e per cui la finestra invernale potrebbe essere l'ultima sessione utile per prelevarlo prima che Real Madrid e Inter lancino l'assalto finale è Carlos Tevez, giocatore che da solo sposterebbe di molto gli equilibri della squadra, giocatore che porterebbe alla Juventus un potenziale offensivo degno di Ibrahimovic. Per lui, che non vuole più restare in terra inglese, l'offerta da presentare dovrebbe essere immediata e concreta, ma difficilmente la società può scavalcare i soldi del Real Madrid. Anche se qualche tifoso spera in un colpo alla Cassano, che già ai tempi della Sampdoria fu prelevato dal dg Marotta praticamente gratis. Il problema è che Tevez non è italiano, e su di lui la concorrenza è molto ma molto più agguerrita.

Tevez, Walcott, Torres, Kolarov, avremmo la fortuna di vederne qualcuno in rosa la prossima stagione?


2 commenti:

  1. Torres un investimento troppo rischioso. 30 mln? E' già grassa se ne prendono 20.

    RispondiElimina