Piazza Juve

mercoledì 19 ottobre 2011

I nomi del dopo Del Piero. Tre giocatori per un posto alla Juve del 2013

Se a fine stagione Alessandro Del Piero sarà costretto da motivi anagrafici a dire addio alla maglia da giocatore della Juventus, così come anche detto da Andrea Agnelli, alla Juve squadra mancherà una figura come quella del Capitano, un giocatore che da seconda punta ha spesso fatto meglio dei suoi compagni prime punte. Non si può minimamente mettere in dubbio l'importanza di Alex nella storia della Juve, ma oggi come oggi è giusto che ormai 38enne dica addio ai colori bianconeri, speriamo per lui un ruolo di rappresentanza o dirigenza, così come fu per Boniperti e Bettega, ma in campo non può più rendere come una volta.

Urge trovare allora un sostituto, una seconda punta molto avvezza al goal, e magari veloce e capace di inserire la giusta qualità nella manovra offensiva. Tempo fa si pensava potesse essere Diego il sostituto di Del Piero, ma arenatosi il progetto tattico attorno al giocatore brasiliano, sono rimaste poche alternative concrete.
Fatto salvo che ne Messi, ne Rooney, verranno alla Juventus, bisogna trovare un giocatore ancora giovane ma non eccessivamente costoso che può far fare il salto di qualità alla manovra. La dirigenza negli anni ne ha tenuti sott'occhio tre, e entro pochi mesi si dovrà decidere su chi puntare.



Fino a qualche stagione fa, il più ricercato era Jovetic della Fiorentina, che era riuscito a convincere tutti, giornalisti, tifosi e dirigenti. Giocatore dalle qualità tecniche indiscutibili e diventato in poco tempo il centro dell'attenzione mediatica calcistica di molti dei principali club in Europa. Tutti si attendevano da lui il definito passo in avanti la stagione seguente, che invece lo vide infortunarsi e salutare per un anno il campo. Il suo ritorno ad oggi è osservato quotidianamente da molti, per capire se può tornare a fare quello che faceva, e se manterrà le promesse. Il suo cartellino oscilla tra i 10 e i 30 milioni, una grossa forbice dovuta dall'importanza che l'infortunio subito porterà alle sue prestazioni in campo. Non è difficile però pensare a lui come il probabile nuovo Sanchez, se dovesse ritornare ai suoi livelli.

Il secondo, molto vicino già pochi mesi fa al bianconero, è Giuseppe Rossi. Italiano, giovane, nazionale e di ottime qualità. Era praticamente bianconero fino a quando il Villareal non ha mandato all'aria la trattativa chiedendone 30, cifra troppo importante per un club come la Juve che ne aveva spesi molti altri nella stessa sessione. L'affare è rimandato o definitivamente saltato? Questo si capirà il prossimo Giugno, la società sta pensando ancora sicuramente a Pepito Rossi per il ruolo di nuovo Del Piero, ma resta sulla carta una alternativa interessante che molti sottovalutano ancora.

Ovvero quella di Giovinco, bianconero dalla nascita, già di proprietà Juve e con margini di miglioramento importanti nelle ultime due stagioni. Appurato che con continuità la formica è veramente atomica, e che alla Juve manca un giocatore di queste caratteristiche, veloce, dinamico e con buona propensione al goal, adattabile sia a seconda punta che a esterno, il suo ritorno sembra sempre più probabile, visto anche l'interesse che Antonio Conte ha per il giocatore. Un eventuale suo ritorno sarebbe poi benedetto dai tifosi, dato che il giocatore fa parte della stessa "famiglia" di Marchisio e De Ceglie, quella primavera bianconera che ha dato molto alla prima squadra (anche Criscito poi bruciato da Ranieri).


Nessun commento:

Posta un commento