Piazza Juve

venerdì 28 ottobre 2011

Gli acquisti di Gennaio della Juventus

Il primato in classifica, momentaneo, non deve ingannare la tifoseria, questa squadra non è ancora pronta per la vittoria finale. O per meglio dire, ha ancora bisogno di lavoro e aggiustamenti per ottenere una vittoria che non sia figlia del caso e delle sfortune sportive delle altre società. Per fare questo occorrono però ancora mesi di lavoro intenso e soprattutto nuove forze da aggiungere a quelle già presenti in squadra. A Gennaio Beppe Marotta sembra ormai intenzionato a completare l'organico con una serie di nuovi arrivi mirati ad aumentare il tasso tecnico e qualitativo della rosa.

Il nome fino ad ora più cercato è quello di un centrale difensivo, ma dopo mesi in cui sembrava l'obbiettivo principale, la ritrovata tenuta difensiva con Chiellini terzino e Bonucci compagno di reparto di Barzagli ha portato la dirigenza a spostare l'acquisto del centrale difensivo magari più in avanti. La soluzione infatti potrebbe essere invece l'arrivo di un terzino sinistro di livello, capace di dare tranquillità e solidità e al tempo stesso permettere a Chiellini di tornare al centro della difesa. Per questo la società sta valutando seriamente le possibilità di arrivare ad una vecchia conoscenza del calcio italiano, quel Kolarov ex Lazio e attualmente alla corte di Mancini, che con Lichsteiner garantiva cross e tenuta difensiva sulle fasce alla squadra di Lotito, ma che ora si trova in panchina al City. Per lui l'offerta dovrebbe consistere in 12 milioni cash, o in uno scambio con Milos Krasic, sempre molto seguito in Premier League.



Un altra urgenza del mercato dovrebbe essere il vice Pirlo, per il ruolo di riserva di Andrea il mercato offre il nome di un giocatore, che al sottoscritto non piace, ma che come panchinaro e soprattutto a costo quasi zero potrebbe essere un ottimo colpo, ovvero quello di Riccardo Montolivo. Il giocatore però potrebbe prediligere una squadra che gli assicurI un posto da titolare, e le milanesi sono pronte a fare da concorrenti, anche se Milan e Inter a centrocampo hanno giocatori che difficilmente si farebbero mettere da parte dal viola. Per convincere la Fiorentina potrebbe anche bastare la cessione in comproprietà di Pazienza, che verrebbe sostituito dal primavera Marrone da noi, anche dopo le sue ottime prestazioni nell'Under21 di Ferrara.

L'ultima ipotesi di arrivo riguarda Beck dell'Hoffenheim, ormai in scadenza di contratto, il terzino destro teutonico potrebbe giungere in scambio con Motta, che in Germania sembra avere estimatori.

Tutto ciò che seguirà a queste operazioni prenderà il nome di "CESSIONE". Amauri, Iaquinta, Grosso e Toni, tutti candidati a salutare la maglia bianconera. Per i loro sostituti la società sta pensando in grande. Nella sessione estiva infatti si dovrebbe puntare tutto su un grande giocatore, un top player, da prendere tra centrocampo e attacco, molto più probabile la ricerca di una seconda punta di livello, e qui Jovetic per sostituire Del Piero sarebbe il massimo. Per tutti gli altri le "sostituzioni" potrebbero essere fatte in casa, si starebbero convincendo in quel di Torino che puntando sui proprio uomini si potrebbe anche non sbagliare, e allora Giovinco, Immobile e Pasquato ritornano prepotentemente in orbita bianconera, i tre primavera, insieme a Marchisio, De Ceglie e Marrone rappresenterebbero una ossatura giovane, italiana e fatta in casa della rosa bianconera, fra panchina e titolari, che non avrebbe eguali in Italia.


PS: Per chi non se li è dimenticati, a Gennaio saranno disponibili i due fratelli Appelt, chissà che fra di loro non ci sia un nuovo fenomeno.


Nessun commento:

Posta un commento