Piazza Juve

domenica 11 settembre 2011

Juventus 4-1 Parma. La Juve, trascinata da Pirlo, si scatena e distrugge Giovinco & co

Alzi la mano chi si aspettava un inizio così travolgente da parte della Juventus. Io no. Ho criticato frequentemente Conte per le sue scelte di modulo e per alcuni suoi "dogmi", ma dopo questa partita non posso solo che dire "Bravi" a tutti. Aspettiamo qualche altra giornata per scoprire se si è trattata solo di una partita (tipo Juve-Roma di due stagioni fa) o se è l'inizio di una lunga serie di convincenti prestazioni.

Un risultato, il QUATTRO ad UNO per noi che lascia veramente senza parole. Come lascia senza parola alcuna le percentuali del possesso palla, ben il 69% per noi, ovvero quasi 7 palloni su 10 sono stati giocati dai piedi di un bianconero.

Uno a Zero a fine primo tempo, quando una Juventus onnipresente in campo e capace di schiacciare su se stessa il Parma, regala la prima gioia ai tifosi quando Pirlo, il migliore in campo oggi, da un assist d'oro per Lichsteiner che lo imbuca in rete. Poi arriva Matri, che riesce a fare il bis, ma qui l'arbitro decide di annullare, in realtà la rete sarebbe stata pure regolare.



Inizia il secondo tempo e il Parma sembra riprendersi un po' di campo, ma non troppo visto che da una bordata da destra di Pepe arriva il secondo goal, e subito prima Matri,colpito dalla sfortuna oggi, riesce in una ottima azione solitaria a liberarsi dai difensori e lanciarsi in porta, dove per un millimetro la palla preferisce il palo alla porta. E allora iniziano le sostituzioni per noi, in pochi minuti entrano Vucinic, Vidal e Krasic, al posto di Matri, Del Piero e Pepe. Subito mi sono chiesto il perché la scelta di Vidal come trequartista più che centrale, e subito il cileno mi ha risposto con un goal. Si presenta così Arturo Vidal ai tifosi bianconeri, Pirlo lancia la palla in attacco, Vidal la prende ma non riesce subito a concludere, ma poi nella mischia ruba pallone e spara in porta il goal del tre a zero.

Non serve neanche attendere troppo, e ancora Pirlo, che io definisco MONUMENTALE oggi, prende il pallone e da un tiro-assist, anche abbastanza complicato da gestire, a Marchisio, che con la punta del piede riesce a indirizzarlo verso la porta. E il goal del 4-0.

Da li a poco poi ingenuità di un ottimo De Ceglie in fase difensiva, per lui rosso e rigore per il Parma, batte Giovinco e la mette in rete. E il goal del 4-1.

Eccezionale lo spirito della squadra, che anche dopo averne messe quattro in rete cerca il quinto goal con Vucinic e Marchisio. Eccezionale la fase offensiva, che se avesse visto anche i goal di Matri nello score finale, sarebbe stata artefice di ben 6 reti.

Migliore in campo il sontuoso ANDREA PIRLO, due assist e una serie di giocate da standing ovation.

Complimenti alla squadra, complimenti anche a Conte, e speriamo che senza gli impegni delle Coppe la settimana scorra nell'intenzione di preparare al meglio la prossima partita, senza adagiarsi sugli allora.


Nessun commento:

Posta un commento