Piazza Juve

lunedì 8 agosto 2011

La differenza tra Juve e Milan? Si chiama Zlatan Ibrahimovic

Inutile negarlo, la rosa del Milan e si superiore, ma non anni luce come si pensa. Basterebbe spostare in quel di Milano la dose di infortuni e sfiga della compagine bianconera delle ultime due stagioni per vedere come il loro "top team" in realtà non è così forte, come si può pensare. E i risultati in Europa sono infatti sotto gli occhi di tutti, il Milan della scorsa stagione fu poca cosa in Champion's League, ma in un campionato dove le rivali sono ormai Napoli e Udinese, anche questo Milan può dettare legge.

Ma lo può fare in virtù di un uomo, che più di Pato o di Thiago Silva, smuove gli equilibri. Zlatan Ibrahimovic, quel calciatore che il popolo bianconero ha amato e visto andare via, per quel funesto 2006, quel calciatore che ha vinto ben 9 campionati nazionali negli ultimi 10 anni, solo con l'Ajax ha steccato per la vittoria finale una stagione. Zlatan è una vera e propria macchina da goal, capace di scardinare le difese avversarie da solo, capace di portare in Italia ben 3 squadre, Juve, Inter ora Milan, a vincere, e i loro tifosi in estasi.



Se oggi dovessimo cercare qual'è il reparto in cui le differenze tra Juventus e Milan appaiono evidenti, sarebbe innegabile dire l'Attacco, Robinho e Pato sono ottimi giocatori, magari Pato potrà anche migliorare e diventare un fenomeno, ma allo stato attuale Ibrahimovic è l'unico giocatore in Italia capace di regalare uno scudetto quasi da solo. Più di Eto'o e più di qualsiasi altro giocatore esploso negli ultimi due anni, tipo Sanchez o Cavani.

La speranza però non può morire, dopo un decennio anche per Zlatan potrebbe arrivare il tempo del riposo, dopo un decennio anche il giocatore potrebbe ritrovarsi in una situazione fisica non ottimale. E allora le inseguitrici, Inter e Napoli, ma anche Juventus, sarebbero serie candidate a usurpare il posto di campione d'Italia ai milanisti.


1 commento:

  1. questo articoo mi sembra un pò miope perchè dimentica la quantità industriale di infortunati che ha avuto e sta continuando tuttora ad avere il Milan: Gattuso, Flamini, Nesta, Cassano eccc.
    Bisogna riflettere prima di scrivere

    RispondiElimina