Piazza Juve

mercoledì 20 luglio 2011

Scambi Juventus-Fiorentina, Vargas in bianconero, Martinez ai viola

Due società che non si amano molto sul campo, tifoserie ormai storicamente avverse, per questioni che risalgono a diversi decenni fa, e come al solito questioni largamente sindacabili. Ma sul mercato le due squadre hanno saputo sempre dimostrare una capacità di collaborare assolutamente "amichevole" e con disponibilità da entrambe le parti. E così se in passato gli scambi riguardarono Mutu, Melo, Marchionni, Zanetti e ancora altri, adesso l'affare porta il nome di due giocatori stranieri entrambi da un passato a Catania.

La Fiorentina avrebbe deciso di mettere uno dei proprio prezzi pregiati sul mercato, Juan Manuel Vargas verrà ceduto al migliore offerente, l'esterno peruviano di 28 anni nato come terzino di spinta, e adattato da Walter Zenga al ruolo di esterno offensivo di centrocampo, è arrivato a Firenze grazie ad un assegno di 12 milioni di euro, conquistandosi poco dopo l'interesse dei più grandi club al mondo, tra cui Real Madrid e Bayern Monaco, e anche la Juventus seguì interessata il giocatore per diverso tempo. Adesso però la società bianconera potrebbe tornare alla ribalta per il giocatore peruviano, tra Vucinic e Bastos la dirigenza avrebbe visto in Vargas l'esterno ideale per il gioco di Conte. Capacità offensive ottime unite ad una buona fase difensiva per il ruolo di centrocampista, il giocatore avrebbe la piena fiducia da parte di tutti i membri dello staff bianconero.



Per arrivare la società bianconera è pronta a mettere sul piatto dell'affare 6 milioni cash e il cartellino di un pezzo pregiato della rosa Catanese, un ex compagno di squadra del peruviano della Fiorentina, e un pupillo di Mihajlovic. Quel Jorge Martinez falcidiato da infortuni e incapace di potersi esprimere in campo, per la quale la Fiorentina sarebbe seriamente interessata. L'offerta fatta potrebbe facilmente convincere la dirigenza viola, da tempo interessata al giocatore uruguayano, e lo stesso giocatore più volte si è dimostrato disponibile ad un trasferimento a Torino.

Da mettere sul piatto ci sarebbero anche Sissoko e Ekdal tra le contropartite tecniche, per cui il lavoro della dirigenza bianconera potrebbe essere insolitamente semplice stavolta, ma è molto probabile che la società attenda almeno un paio di cessioni prima di tesserare l'ennesimo giocatore in squadra.


Nessun commento:

Posta un commento