Piazza Juve

lunedì 25 luglio 2011

Nessuno tocchi Marchisio. Lo scambio con Vucinic sarebbe pura follia

Se la notizia venisse confermata, allora la dirigenza andrebbe licenziata in pieno subito, le voci che rincorrono e che danno Claudio Marchisio alla Roma in cambio di Mirko Vucinic sono dannose per l'ambiente, e sicuramente frutto di una osservazione errata dei rispettivi giocatori. Vucinic è un 27enne attaccante di buon valore, ma a cui non mancano i problemi caratteriali e i momenti di black out durante le partite. Claudio Marchisio è un centrocampista multi-uso, adattabile a più ruoli, di 24 anni, riuscito in pochi anni a conquistare la maglia titolare alla Juventus prima e nella nazionale di Lippi, e poi Prandelli, dopo. Diventando quello che la tifoseria considera come il futuro capitano della Juve, più di Chiellini.

Uno è un giocatore che ha già dato il massimo, il montenegrino può dare ancora 1-2 stagioni a buoni livelli, prima di finire sul viale del tramonto. La sua valutazione, di 17 milioni, è totalmente fuori mercato, e con la stessa cifra non è difficile andare a "caccia" di giocatori migliori.



Claudio Marchisio invece è ancora nel pieno della sua carriera, sotto i 25 anni ha ancora ampie possibilità di migliorare, in passato per lui anche Inter, Milan e Real Madrid si fecero avanti, segno che il giocatore è un pezzo pregiato della rosa bianconera. Quando Melo impazziva, Sissoko scompariva, Camoranesi non riusciva a giocare, Tiago e Almiron deludevano, c'era sempre lui a partire dalla panchina e a sostenere la squadra a centrocampo. Memorabile è il suo goal contro l'Inter di Mourinho, così come il tiro al volo su passagio di Krasic la scorsa stagione.

Sostituire un giovane dall'ottimo rendimento e dal futuro roseo, uno dei pochi a sopravvivere a Vinovo ad infortuni e problemi muscolari, capace di adattarsi a mediano o ad esterno, e che in un centrocampo a tre è sicuramente l'italiano più capace, con un giocatore che si può al limite definire buono, di qualità ma non di livello, che verrebbe per giocarsi le sue ultime carte in una big a Torino, con uno stipendio molto probabilmente superiore a quello di Marchisio, sarebbe una follia.

Nessuno è incedibile, meno alla Juve che già in passato si è privata dei vari Zidane e Inzaghi, ma se proprio si vuole cedere Marchisio, che lo si faccia al giusto prezzo, sicuramente non sotto i 25 milioni, un valore di mercato che un Atletico Madrid, una Udinese o un Villareal non si farebbero problemi a mettere sul giocatore.


Nessun commento:

Posta un commento