Piazza Juve

mercoledì 6 luglio 2011

L'assalto a Rossi, Vidal e Silvestre. Chiusura entro fine mese

Sergio Aguero si allontana, il Manchster City avrebbe seria intenzione di non lasciarsi sfuggire l'argentino, e le capacità economiche dello sceicco padrone del club inglese sono fin troppo note. Convincere Aguero a venire alla Juve, nonostante il City, non è facile, lo è stato l'anno scorso quando la Juventus sconfisse la concorrenza del City per Krasic, ma ci presentavamo nella stessa situazione, entrambe le squadre qualificate in Europa League e con un offerta simile nei confronti del giocatore.



Quest'anno gli inglesi giocheranno la Champion's League, e non c'è dubbio che un top player come Aguero preferirebbe la destinazione inglese adesso a quella bianconera. Ma se questo è vero, è anche vero che le alternative esistono e non sono del tutto inferiori. La prima alternativa secondo la dirigenza è Giuseppe Rossi, il giocatore italiano del Villareal che la società inglese valuta 25 milioni, e che il Barcellona era ad un passo dal tesserare prima di virare su Alexis Sanchez. La società starebbe studiando un offerta che comprenda Felipe Melo più cash per arrivare all'attaccante italiano, molto probabilmente Melo più 10 milioni, ma le trattative sono appena iniziate, il caso Aguero non è ancora totalmente chiuso.

A centrocampo, se si fa spazio con la cessione di Melo, c'è spazio in entrata per Vidal, giocatore cileno che grazie al secondo extracomunitario è ad un passo dal bianconero. La dirigenza avrebbe convinto il giocatore, e il club teutonico proprietario del cartellino sarebbe intenzionata ad imbastire uno scambio non solo cash, ma che preveda anche il cartellino di Sissoko. Due piccioni con una fava si potrebbe dire.


In difesa il nome nuovo è quello di Silvestre del Catania, verrebbe a prendere posto insieme Barzagli in panchina, ma non è detto che dopo la stagione triste dei due centrali Chiellini e Bonucci, uno dei due nel tempo non possa accomodarsi prima o poi in panchina. Il suo valore è 6 milioni, molto probabile un pagamento dilatato in 3 anni, con rate da 2 milioni di euro.


Nessun commento:

Posta un commento