Piazza Juve

domenica 31 luglio 2011

La mia Classifica del Campionato 2011-2012. Che ne dite?

All'inizio del campionato 2011-2012 manca ormai meno di un mese, la Juventus è la squadra che partirà con gli occhi puntati addosso più di ogni altra, dopo due anni disastrosi, dopo due anni che nella storia bianconera non si erano mai visti, la società è chiamata al riscatto. Un riscatto che viene cercato con una squadra ancora mezza rivoluzionata, con un nuovo tecnico in panchina, e in un nuovo stadio che dovrebbe diventare la casa dei prossimi successi.

Una cocente sconfitta sarebbe un quarto posto, una disfatta un posizionamento fuori dall'Europa League. Ma non esistono solo ipotesi negative. Tra le squadre che ci stanno davanti l'Udinese si è ritrovata senza due dei suoi gioielli, Sanchez e Inler, due dei protagonisti della rimonta Champion's League. La Lazio ha cambiato veramente poco, ha aggiunto giocatori di esperienza, ma che forse hanno troppa "esperienza" alle spalle, come Klose, in più ha perso Lichsteiner, arrivato proprio da noi. La Roma ha smobilitato un po' la rosa, via Menez e Vucinic, dentro tanti giovani interessanti, ma con nessuna esperienza della Serie A, anche l'allenatore Luis Enrique non ha esperienza ne in una big, ne tantomeno di calcio in Italia. Forse la Roma è la più grande incognita insieme la nostra squadra. Il Napoli ha migliorato il centrocampo, ma il problema della rosa "corta" resta, soprattutto con lo snervante appuntamento del mercoledì in Europa, che potrebbe causare affaticamenti ad una squadra, che secondo il sottoscritto, ha già dato il massimo la scorsa stagione.

Tra le altre, il Palermo ha perso Sirigu e Pastore, che nonostante il prezzo pagato, non era il campionissimo che in molti definiscono, mancando ancora di costanza di prestazione, ma sicuramente resta per l'età uno dei giovani più importanti del calcio europeo. La Fiorentina si ritrova nel solito mercato, da due anni a questa parte, immobile. Molto probabilmente perderanno Montolivo, altrettanto probabilmente andrà via Vargas, e in arrivo si vedono solo giovani o incognite. Ma almeno quest'anno Mihajlovic conosce già l'ambiente, ed ha dimostrato già nel finale della scorsa stagione che l'esperienza nella piazza lo aveva fatto crescere di molto.

Le squadre milanesi, Inter e Milan, si apprestano ad iniziare una stagione con la prima rinnovata in molti ruoli, potrebbe arrivare Tevez, potrebbe essere ceduto Eto'o o Snejder, ma la società dovrà anche affrontare il problema del neo-allenatore Gasperini, e del suo modulo assolutamente nuovo per la squadra nerazzurra. Anche l'età, dei vari Cambiasso, Zanetti, Lucio e Maicon, potrebbe diventare un grosso problema quest'anno. Per il Milan invece una stagione nuova con maggiori sicurezza in difesa, con l'arrivo di Mexes, ma poca qualità a centrocampo, dove senza Pirlo si ritrovano con un centrocampo di mediani che, anche se in Italia possono continuare ad essere pericolosi, in Europa si scontreranno con il calcio moderno. L'attacco è il punto di forza, le fasce il punto debole-debolissimo.

Arrivamo alla nostra squdra.

La Juventus parte con un nuovo allenatore, e soprattutto con il suo modulo offensivo 4-2-4, con Pirlo, Vidal, Lichsteiner, Ziegler e Vucinic come sicuri titolari nuovi, molto probabilmente anche Vargas e Lugano si aggiungeranno alla troupe, di cui fa parte anche Pazienza tra le prime riserve. Un miglioramento evidente della rosa in difesa, sulle fascie soprattutto, e un aumento notevole di qualità con Pirlo e Vucinic, e di forza fisica e grinta con Vidal. Il problema principale resta quest'anno la regia tecnica.

Antonio Conte, (di cui ho già parlato ampiamente in: Il nuovo Zeman), si ritrova a gestire una rosa ampiamente in rodaggio e con un modulo che in molti definiscono follia. Molto probabilmente basteranno poche giornate per far capire al tecnico che il 4-2-4 è impossibile da attuare a grandi livelli in Italia, più semplice un passaggio ad un 4-2-3-1 oppure ad un 4-3-3, modulo che in tanti definiscono il migliore per questa squadra. Se le capacità di Antonio Conte dovessero rivelarsi all'altezza, il terzo posto, sarebbe ampiamente alla nostra portata. In caso contrario non sarebbe difficile ipotizzare un ennesimo campionato orrendo, con finale in 5-6 posizione. Se poi come esterno, invece di Vargas, arrivasse un Perotti o Mata, o Nani, allora non esisterebbero limiti alla squadra in campionato, dove giocherà a nostro favore l'assenza dalle coppe europee.

Se dovessi fare la classifica della prossima stagione, considerando però che ancora i colpi importanti di mercato devono arrivare, e dando fiducia a Conte, scriverei una classifica come questa:

Milan
Inter
Juve
Napoli
Roma

Lazio
Fiorentina
Udinese
Palermo

Se invece dovesse dimostrarsi l'allenatore "talebano" da 4-2-4 come molti temono, allora la Juve potrebbe tranquillamente posizionarsi sotto il Napoli.

Tra le sorprese potrebbe esserci un caso Inter, Gasperini è adatto a gestire una big? E potrebbe ritrovare gli stessi problemi di Benitez? Comunque sia la superiorità della rosa rispetto gli avversari, dovrebbe bastare per una seconda posizione tranquilla.

Invece quale sarebbe la classifica del campionato 2011-2012 secondo la vostra opinione? Scrivetela qui sotto o nei commenti sulla pagina facebook del gruppo


6 commenti:

  1. Inter
    Milan
    Napoli
    Juve
    Roma

    RispondiElimina
  2. 1° Milan, 2° Napoli, 3° Inter, 4° Roma, 5° Juve

    RispondiElimina
  3. INTER
    INTER
    INTER
    il resto e noia!

    RispondiElimina
  4. milan inter juve napoli roma in b udinese lecce e bologna

    RispondiElimina
  5. 1- napoli
    2- palermo
    3- catania
    4- lecce

    in b gobbi, zozzoneri del duo nano-zio fester, beccamorti nerazzurri

    RispondiElimina
  6. Diciamo che un Catania al terzo posto potrebbe anche andarmi bene :) una bella classifica suddista hai fatto

    RispondiElimina