Piazza Juve

sabato 18 giugno 2011

Offerta russa per Pepe, contatti confermati per Vucinic e non solo

Il giornale sportivo più vicino alla Juventus, TuttoSport, avrebbe rivelato un offerta davvero importante da parte dei russi dello Zenit San Pietroburgo, società allenata da Luciano Spalletti, per Simone Pepe.
Il giocatore di fascia italiano sarebbe stato valutato dai russi ben 13 milioni di euro, ma la società sarebbe perplessa sulla sua cessione. Inevitabilmente una sua cessione significherebbe un ulteriore investimento in un sostituto, e nonostante le critiche fatte al giocatore, è inutile negare che trovare un giocatore di fascia duttile come Pepe è abbastanza complicato.



Per Pepe quest'anno si potrebbe anche profilare l'anno della rivincità, diventando titolare della fascia sinistra. Infatti se l'assalto a Nani non dovrebbe riuscire, e se la società non valuterà positivamente un ulteriore investimento sul ruolo, allora sarebbe Pepe l'ideale per riequilibrare il centrocampo, leggermente sbilanciato dalla presenza di Pirlo che nel 4-2-4 di Conte rischia di rendere iper-offensiva la squadra.

Cominciano ad emergere le prime indiscrezioni su l'affare Vucinic, la Roma sarebbe disposta a cederlo per 20 milioni, la Juve ne offre 15, se l'accordo tra le due società venisse trovato, allora le trattative includerebbero il diretto interessato, che per voce del suo agente Lucci (intervistato da Sky Sport) conferma di aver parlato con diversi club, tra cui la Juventus, per il giocatore, senza però scendere nei particolari.

Come volevasi dimostrare Vucinic è trattato dai bianconeri, ma non sarebbe la prima scelta, in attesa infatti di sapere quanto sarà importante il budget bianconero per il mercato, tutti gli sforzi economici sono impegnati nel tentativo di prendere un big tra Aguero e Sanchez, con Higuain in seconda fila.

La prossima settimana sarà inoltre cruciale per le comproprietà, si discuterà di Ekdal, Giovinco, Palladino e Lanzafame. Nessuno dei tre dovrebbe tornare in bianconero, secondo i piani dirigenziali, ma si vorrebbe monetizzare subito dalle loro cessioni definitive, o inserirgli in affari per altri giocatori. In particolare Ekdal e Giovinco potrebbero rientrare in un eventuale scambio parziale con l'Udinese per Inler, che in caso di arrivo a basso costo sarebbe sicuramente acquistato dalla società, nonostante il modulo e nonostante Pirlo.


Nessun commento:

Posta un commento