Piazza Juve

sabato 11 giugno 2011

Giovinco alla Juve. La formica atomica sta per tornare?

E si ritorna a parlare di lui, dopo essere stato snobbato per anni, lasciato in panchina, e poi esiliato a Parma, la formica atomica Seba Giovinco potrebbe ritornare in bianconero. La scelta della dirigenza sarebbe dettata dall'esigenza di dare a Conte quella squadra da 4-2-4 che tanto desidera, e se serve un fantasista che sa giocare sulla fascia ma anche come attaccante, e che proprio nell'ultima stagione si è messo in luce raggiungendo la nazionale, la squadra bianconera ne ha già uno così. Sebastian Giovinco potrebbe allora tornare in bianconero, ma la cosa è tutt'altro che semplice.


Il Parma ha intenzione di riscattarne la meta, per 3 milioni, come da contratto, ma la società bianconera potrebbe chiedere di riaverlo in rosa, Giovinco non ha intenzione di tornare alla Juve se non con la certezza di giocare titolare, certezza che sicuramente non gli verrà data, visto la permanenza quasi sicura di Quagliarella, e l'arrivo (si spera) in contemporanea di uno tra Aguero, Giuseppe Rossi e Vucinic. Potrebbe però essere il "jolly" del centrocampo. Capace di giocare sia a destra che a sinistra avrebbe infatti la possibilità di alternarsi sia con Krasic, sia con l'esterno che partità titolare a sinistra. Più o meno il lavoro che faceva in questa stagione Pepe, ma con più qualità e con la speranza di imporsi.



Antonio Conte sembra volere credere molto nei simboli della nuova Juventus, Marchisio e Chiellini su tutti, e lo stesso Giovinco, ma proprio quest'ultimo è colui su cui la società non ha ancora ben chiare le idee. Sicuramente si può dire che uno come lui pesa molto più dei vari Martinez e Lanzafame, giocatori che gli furono preferiti la scorsa stagione, ma al contempo decidere di investire il tutto per tutto sul giocatore potrebbe rivelarsi una scelta rischiosa.

Ricordiamo che oltre che Giovinco, un altro giocatore che potrebbe tornare in bianconero dopo stagioni passate in prestito è Albin Ekdal, centrocampista di cui si è spesso dimenticato negli anni, e che alla fine ha reso più dei vari Tiago e Poulsen.


Nessun commento:

Posta un commento