Piazza Juve

venerdì 24 giugno 2011

120 Milioni per Aguero o Sanchez, con Astori e Maggio nel mirino

Il cda di ieri ha dato 120 milioni di buone ragioni da far valere nel mercato bianconero, la dirigenza dispone infatti di un tesoretto, che a meno dei 60 milioni di euro da ripagare in debiti, ammonta a circa 60 milioni. Nella realtà dovrebbe essere un investimento da razionalizzare negli anni, 5 anni, con una cifra di poco superiore ai 10 milioni annui da spendere, ma che difficilmente la società terrà conservata, conscià che è molto più utile un solo investimento da 30 subito, che 5 da 10.

Infatti, avuti i soldi, si ritorna all'attacco su due fronti, Sergio Aguero e Alexis Sanchez, per entrambi l'esborso offerto dalla Juventus è lo stesso, 35 milioni di euro, ma nel caso del giocatore dell'Udinese è possibile ridurre la differenza dalla richiesta (45 milioni) inserendo contropartite tra cui Martinez e Ekdal, giocatore che verrà riscattato dal Bologna in cambio di Sorensen.


Il Kun si avvicina in bianconero comunque, Sanchez è un complicato affare che vede Barcellona e Manchester City lottare a suon di milioni, mentre l'argentino sarebbe stato convinto dalla bontà del progetto, e dalla bontà dei 7 milioni annui offertogli per vestire il bianconero. Il problema resta l'Atletico che non desidera scendere sotto i 40, ma sa bene che l'offerta di 35 milioni è più che congrua.

Con le nuove entrate, e con molti, molti, giocatori in uscita, la società è pronta anche per fare altri due colpi di mercato, due giocatori italiani che dovranno alternarsi tra panchina e campo, per dare solidità alla rosa, solidità che nei momenti di crisi è sempre mancata negli ultimi anni. Sono Astori del Cagliari, per cui serve un investimento di 10 milioni di euro, e Maggio del Napoli, per cui ne servono almeno altrettanti. L'arrivo congiunto dei due sembra complicato, prima bisognerebbe fare cassa, ma gli acquirenti per i nostri... scarti non sono in tanti, per cui restano trattative difficili da portare a termine.


Nessun commento:

Posta un commento