Piazza Juve

mercoledì 18 maggio 2011

Juventus 2011-2012: Operazione Scudetto in 3 mosse

La prossima stagione è l'ultima che i tifosi concederanno di grazia a Agnelli e Marotta, la prossima stagione o si vince, o si comincerà a vedere seriamente la disaffezione della tifoseria, non tanto perché sono mancate le vittorie, quanto perché è mancato il gioco, lo stile Juve e la voglia di lottare sempre.

Si pianificano allora le strategie di mercato, in tre mosse la Juventus vuole cambiare copione, in 3 mosse la dirigenza bianconera vuole portare il prossimo scudetto a Torino.



Prima Mossa: Sanare i punti deboli.
Tante cessioni per partire, da Grosso a Grygera, Motta ma anche Sissoko e Amauri, e quasi sicuramente pure Giovinco. Si parla di almeno 20 milioni da reinvestire subito, e in particolare nelle fasce difensive, con Reto Ziegler primo arrivo a sinistra, lavorerà sulla fascia sinistra della difesa, a controbilanciarlo a destra ci sarà Lichsteiner della Lazio, la Juve offre Amauri a Lotito, ma si può pure lavorare per 10 milioni circa. In arrivo a centrocampo anche Pazienza del Napoli, a lui toccherà sostituire Sissoko.

Seconda Mossa: Mettere Qualità.
E qui rientra l'operazione Pirlo, nonostante il giocatore non sia ne giovanissimo, ne (secondo molti) il più adatto al 4-2-4 di Conte, il giocatore ha il compito di portare in bianconero la stessa qualità di gioco messa a Milano e in nazionale negli anni. Rimangono sempre in orbita bianconera Affellay del Barcellona e, qual'ora la cessione di Melo fosse cosa fatta, Diarra del Real Madrid. Rimane ancora in vita la speranza di un assalto a Mascherano, anche se sembra sempre impossibile che decida di staccarsi dal Barcellona l'argentino.

Terza Mossa: Il Campione.
Non si nascondono ormai le mosse dei dirigenti bianconeri, Tevez, Benzema, Aguero o Higuain, su quattro la dirigenza ne vuole almeno uno. Il primo nella lista è Tevez, ma qui la concorrenza spietata di Inter e Real Madrid pone la società bianconera ampiamente in secondo piano. Delle altre tre candidature rimane l'argentino Aguero come il più vicino e il più richiesto dai dirigenti italiani, si sa anche in che posizione Cotne è pronto a inserire il giocatore (leggi anche: Ecco come sarà la formazione della Juventus 2011-2012) e la trattativa dovrebbe partire sulla base di 30 milioni.

Basteranno due nuovi terzini, un centrocampo rinnovato e un campione in avanti a spingere la squadra dal settimo posto al primo? Nel campionato italiano vinto dal Milan di Gattuso, Van Bommel e Yepes, forse si, forse basta un organizzazione di gioco adeguata e un campione per reparto capace di spostare gli equilibri. Buffon, Chiellini, Krasic e Aguero basterebbero a noi?


2 commenti:

  1. La serie B per voi è gia troppo.

    RispondiElimina
  2. questa perla di saggezza viene da...? Un interista che si sente tornato indietro di 10 anni, un romanista che non ha ancora capito che non vincerà mai niente, o solo uno che non ha niente che fare tranne che girare su blog di tifosi avversari

    RispondiElimina