Piazza Juve

lunedì 4 aprile 2011

Roma ab-battuta e rincorsa Europa iniziata di nuovo

Una vittoria insperata, e forse proprio la vittoria più importante della stagione.
La partita di ieri ha dimostrato fondamentalmente due cose, la prima è che questa squadra non è assolutamente da buttare, la seconda che lo stesso Delneri se non si fissa con un modulo suo e solo suo, e fa giocare i giocatori dove rendono meglio, anche lui è capace di far girare questa Juventus. Juventus che ricordiamo questa stagione ha battuto Milan, Inter, Roma, Lazio e Udinese. Tutte squadre che ci stanno sopra in classifica, solo il Napoli tra quelle che ci precedono ci ha dominato (anche se ancora ci aspetta il ritorno con loro).

Ieri la squadra ha avuto momenti di crisi, in cui solo un grande Storari è riuscito a salvarci, e poi momenti di estasi, momenti in cui i due goal sono arrivati grazie ad una squadra che finalmente ha girato per come doveva, con Krasic che ha fatto il bello e il cattivo tempo, non più da ala, ma da attaccante esterno, con Pepe avanzato, e con Aquilani difeso da Marchisio e Melo, persino Grosso e Motta hanno offerto la migliore prestazione dell'anno ieri sera. Ma adesso tocca di nuovo tornare a fare i conti, cosa significa per la classifica questa vittoria?



Il dato matematico è che mancano 7 partite e abbiamo 8 punti di svantaggio sull'Udinese quarta in classifica.
Solo una serie di vittorie potrebbe rimetterci ancora in gioco, perché per ora sembriamo solo spettatori interessati dello scontro per il quarto posto, solo una serie di vittorie come mai in questa stagione potrebbe riavvicinarci al quarto posto e alla iniziale della Champion's League.

Il secondo dato che emerge è che senza Buffon e senza Chiellini la difesa ha retto.
In particolare, dopo lo Storari di ieri, emergono ancora più dubbi sull'utilità di avere Buffon ancora in squadra, quando una sua cessione gioverebbe (molto) sia alle casse societarie (come sgravo del più oneroso contratto) sia per il non indifferente introito che la sua cessione comporterebbe, ovvero la solita cifra tra i 15 e i 20 milioni.

Ricordiamo che nel prossimo mercato oltre i sicuri riscattati (Quagliarella, Matri) e coloro sui quali sicuramente la dirigenza proverà a tenere abbassando magari le pretese dei club prestanti (Aquilani, Pepe), si punterà molto sui nuovi acquisti che dovranno riportare qualità e grinta alla squadra. I primi due dovrebbero essere Bastos e Beck, ma si starebbe trattando anche uno scambio alla pari Melo - Clichy, con la società però dopo impegnata nel doversi procurare un sostituto del brasiliano a centro campo, dato che Sissoko ormai è un partente sicuro.

Sul fronte allenatore si aspetta ancora, si aspetta di vedere che cosa succederà fino a fine stagione.
Se Delneri c'entrasse l'europa nessuno potrebbe cacciarlo, ma anche qual'ora riuscisse a schierare una convincente squadra per queste ultime partite, e non ci fosse la possibilità di arrivare ad uno di quegli allenatori da top team che tanto stiamo inseguendo  (Van Gaal e Spalletti su tutti) forse l'esigenza di sostituire il tecnico solo per il gusto di farlo sarebbe solo contro producente.


1 commento:

  1. VIENI A VEDERE I NOSTRI PRONOSTICI LA ABBIAMO PIU’ DEL 70% DI MEDIA TOTALE, NOI NON SPARIAMO A CASO NOI USIAMO I LEADER MONDIALI NEI MOVIMENTI DELLE SCOMMESSE, HOT-ODDS E TXODDS… SCOMPRI COME FUNZIONANO, MILIONI DI UTENTI SONO SODDISFATTI DEL LORO RENDIMENTO!!!

    http://winningbetpronostici.blogspot.com/

    Pagina Facebook:

    http://www.facebook.com/pages/WinningBet-
    Pronostici/102097299841090?v=app_4949752878&ref=sgm

    RispondiElimina