Piazza Juve

sabato 19 marzo 2011

Juventus: Rivoluzione Atto Secondo. Tutti i nomi nel mirino

Ormai la stagione bianconera è finita, si diceva compromessa fino a tre settimane fa, adesso si può solo stendere un velo pietoso sulla stagione appena finita. Ci lasceranno, in nome di una meritocrazia che nello sport funziona solo per certi personaggi, Delneri, che paga una stagione che ha perso di mano da Natale in poi, Amauri, Sissoko e Iaquinta, totalmente superflui per il gruppo, e dannosi in campo, e probabilmente Aquilani. Tra gli altri anche Grosso e Grygera sono in partenza.

Per guidare il nuovo gruppo si tratta Spalletti, si sta tentando di convincere il tecnico della bontà del prossimo progetto Juve anche pagandolo profumatamente (4 milioni). Alternativa all'ex tecnico della Roma è Mancini, poco apprezzato dai tifosi, se la sua stagione con il Manchester City non dovrebbe concludersi con la qualificazione Champion's League sarà sicuramente esonerato.
Tra i giocatori trattati per sostituire i partenti e migliorare la rosa (qualitativamente sopratutto) ci sono, su tutti, Bastos e Pirlo, per i due potrebbe essere quasi fatta, sul primo si parla già di accordo trovato, mentre con il secondo si aspetta che il Milan dia il via libera all'operazione. Un terzo giocatore, dato quasi per fatto, era Beck, ma si sarebbe aperta la possibilità di arrivare al giocatore del  Chelsea, il terzino destro, Bosingwa, che rispetto al tedesco garantisce maggiore esperienza (28 anni contro i 23 di Beck).


Il costo di Bastos dovrebbe aggirarsi intorno ai 15 milioni, quello di Bosingwa sui 10. Pirlo arriverebbe a parametro zero a sostituire Aquilani, nel caso in cui il Liverpool non diminuisca le pretese sul giocatore (16 milioni sono eccessivi), e insieme a lui, se il romane non venisse riscattato, si potrebbe completare il reparto "registi" con Montolivo, in rottura con la Fiorentina, a cui potrebbero essere girati o Iaquinta o Amauri come parziali contropartite. Il terzo centrale in arrivo, improbabile, ma fortemente voluto da Agnelli, sarebbe l'argentino Javier Mascherano, per lui la Juventus è disposta a cedere sia Sissoko che Felipe Melo, per completare così un quartetto di centrali da fare invidia in europa (Mascherano, Marchisio, Aquilani o Montolivo, Pirlo), anche se sembra improbabile che il giocatore accetti la Juve.

In attacco verrano molto probabilmente riscattati sia Quagliarella che Matri, con Del Piero confermato per la prossima stagione e Toni probabilmente tenuto solo come ultimo rincalzo. Il ruolo del terzo attaccante è in bilico tra due nomi, quello di Gilardino (difficile però il doppio colpo Gilardino-Montolivo ai danni degli storici rivali della Fiorentina) e quello di Berbatov, del Manchester United, sul quale si potrebbe trattare sulla base di 10 milioni di euro.

Una formazione probabile, dovesse arrivare uno Spalletti, per la prossima stagione potrebbe essere la seguente:



Buffon
Bosingwa - Bonucci - Chiellini - Bastos
Krasic - Pirlo - Marchisio
Berbatov - Matri - Quagliarella


Nessun commento:

Posta un commento