Piazza Juve

mercoledì 2 marzo 2011

Arrivano 100 Milioni. Agnelli-Elkann hanno deciso di investire su 3 vincenti e un allenatore di primo livello

Alla fine si faranno i conti, si dice sempre, ma i conti gli Agnelli e gli Elkann gli stanno facendo proprio in questi giorni. Abbiamo parlato ieri della probabile nuova (o vecchia) triade (leggi: Moggi, Lippi e Conte: Ritorna la Juve) e oggi vi riportiamo delle prime mosse messe a segno dal punto di vista finanziario.
Le gare prossime saranno fondamentali per capire se per Delneri sarà subito esonero, e se Marotta verrà veramente accantonato, dopo il flop Martinez e i fallimentari prestiti di Motta, Rinaudo, Traorè, ma comunque vada a finire il prossimo mercato lo si farà con il denaro vero.

Basta prestiti, cessioni eccellenti o operazioni finanziarie confuse, la proprietà avrebbe deciso di fare quell'aumento di capitale che da anni i tifosi aspettano, di farlo l'anno dell'apertura del nuovo stadio, per attirare campioni e tifosi. Il denaro messo a disposizione dovrebbe essere abbastanza per arrivare ad almeno 3-4 giocatori di livello mondiale, o comunque promesse veramente talentuose, buone per risollevare il club e riportarlo ai vecchi fasti. Si parla di 100 milioni, che sarebbero, proprio letteralmente, oro che cola per le nostre casse troppo "fair play - zzate"



Servono giocatori di talento, grinta, giovani e magari già vincenti. Si deve ricostruire una mentalità all'altezza del nome della Juventus, e per farlo i nomi più ricercati dalla dirigenza (se non verrà smontata a fine stagione) sono circa tre.

Il primo è il centrocampista di qualità e quantità che serve, Melo, Marchisio saranno molto probabilmente confermati, mentre Aquilani verrà riscattato solo a cifre "umane" (non più di 12-13 milioni, e rateizzabili), Sissoko invece andrà via, per lui la Germania forse, o la Fiorentina (in caso di scambio con Montolivo), ma il nome su cui si concentreranno molti sforzi, quasi 20 milioni di sforzi per intenderci, è quello di Javier Mascherano. La sua esperienza al Barcellona sta deludendo il giocatore stesso, Guardiola e la società, il suo cartellino sarebbe in vendita volendo, ma la concorrenza (Inter, Manchester UTD) non manca.

Il secondo nome riguarda la difesa, è il terzino sinistro da anni atteso, e mai arrivato.
Partiranno Traorè (in ritorno in premier), Grosso verrà ceduto o messo definitivamente fuori rosa, mentre De Ceglie resterà come vice-titolare, per il ruolo di titolare si punterà molto su Beck, giocatore giovane e forte della Bundes che potrebbe arrivare in bianconero per una cifra non superiore ai 13 milioni (considerando il contratto in scadenza). Sempre per la difesa si parla anche di un ulteriore investimento, molto importante, su Vidic del Manchester United, il suo nome entrerebbe in contrasto con la volontà di puntare ancora su Bonucci centrale, magari dirottando il giocatore sulla destra.

Il terzo nome tra i più ricercati è quello di Sanchez, il giocatore avrebbe superato Pastore nelle preferenze, e il suo cartellino sarebbe valutato tra i 30 e i 40 milioni, cifra che la Juventus disporrebbe in caso di aumento di capitale, e che potrebbe essere alleggerita da comproprietà e prestiti vari. Un altro nome seguitissimo però al momento è quello di Zarate, finito nella bufera per i suoi comportamenti non ottimi in campo e negli allenamenti, la Lazio vorrebbe cederlo per evitare minus-valenze. Il suo cartellino sarebbe valutato intorno ai 25 milioni, e anche lui rientrerebbe nell'ottica del mercato di qualità.

L'allenatore su cui si punterà, in caso di ritorno di Moggi, dovrebbe essere Antonio Conte, ma non si esclude la pista straniera, con Villas Boas che potrebbe raggiungere la squadra bianconera come nuovo carismatico allenatore del club (viene definito come nuovo Mourinho). Si punterà a fare un mercato di qualità la prossima stagione, non più rivoluzioni (almeno sul campo), ma solo miglioramenti effettivi e funzionali. Funzionerà?


2 commenti:

  1. mi ricorda tanto quella canzone di Mina che fa "parole, parole, parole"

    mah

    RispondiElimina
  2. Potrebbe essere vero, solo che con il nuovo stadio in via di rifinitura dovranno inventarsi qualcosa per non innaugurarlo senza spettatori.

    RispondiElimina