Piazza Juve

giovedì 10 febbraio 2011

Su di Vucinic, Podolsky e Drenthe la Juventus vigila, con Piazon affare (quasi) ufficialmente chiuso.

Il mercato bianconero estivo sta prendendo diverse strade, in attesa di capire come verrà concluso il campionato in corso, e quindi se le eventuali entrate Champions League potrebbero regalarci un nuovo campione (leggi: Pastore alla Juve. Il giocatore lancia i primi segnali) oppure se il mercato viene fatto in funzione dei soldi, i soliti, già in possesso del club.
Le entrate "tipiche" ammontano a circa 25 milioni, a cui si (potrebbe) aggiungere una cifra che gira tra i 10 e i 20 milioni dovute alle entrate extra del nuovo stadio bianconero, cifra che comunque dovrebbe essere totalmente investita nei riscatti delle comproprietà. Fatto salvo perciò i soldi dovuti ai giocatori in prestito, e quelli entranti dalle nuove cessioni, il mercato bianconero non dovrebbe avere (qualificazione europea a parte) grosse risorse, ma Marotta starebbe lavorando per far bastare i soldi attuali per portare a Torino un paio di giocatori in posizioni determinanti.



Il nome più probabile è quello di Royston Drenthe, giocatore giovane (23 anni) in forza all'Hercules Alicante, ma di proprietà Real Madrid, adatto a giocare a sinistra come centrocampista laterale, o come terzino sinistro, fatti salvi i problemi in fase difensiva da curare. Il suo nome era praticamente bianconero in questo mercato invernale, ma la squadra spagnola dove milita attualmente Trezeguet, avrebbe trattenuto il giocatore contro la sua volontà. Il suo arrivo in bianconero potrebbe essere perciò in estate solo una formalità, dato l'ok sicuro del Real Madrid alla sua cessione in prestito con diritto di riscatto della meta.

Un altro dei probabili, sempre per la fascia sinistra, ma solo quella avanzata di centrocampista, è Lukas Podolsky (25 anni), giocatore nazionalizzato tedesco di grande esperienza nazionale e di club, gioca nel Colonia, dove attualmente non starebbe offrendo buone prestazioni, e quindi con il club possibilista su una sua cessione, anche il giocatore vuole provare l'esperienza straniera, e ci sono Genoa, Milan, Fiorentina ma soprattutto Juventus a corteggiarlo. Il suo arrivo potrebbe essere formalizzato sulla base di un prestito con diritto di riscatto, o di un acquisto a titolo definitivo per cifre intorno a gli 10 milioni di euro, cifre che potrebbero essere coperte da una eventuale dipartita di Martinez, qual'ora non dimostrasse nel proseguo della stagione di valere questa maglia.

Per la gioia dei tifosi però il nome importante, il big che farebbe la differenza, c'è, e si chiama Mirko Vucinic, giocatore in forza alla Roma ma quasi sicuramente ceduto in estate sull'altare del bilancio della società.
Il suo cartellino oscilla sopra i 18 milioni, ma la proprietà non dovrebbe avere particolari problemi a coprire un acquisto importante come questo. A far saltare la trattativa potrebbero essere Chelsea e Inter su tutte, ma si confida in Marotta per risolvere il problema concorrenza.

Sul campione, prossimo al bianconero, Lucas Piazon (leggi qui: Il nuovo Kakà vestirà bianconero) invece sembrano svanire i problemi legati alla concorrenza. Il cda del San Paolo, come riportato da tuttojuve.com, avrebbe dato l'ok all'operazione, ma vorrebbe trattare con la squadra bianconera per cifre superiori a quelle vociferate (si parla di 8 milioni di euro), oppure ottenere un immediato trasferimento di fondi.
Ma tali questioni non dovrebbero complicare più di tanto l'operazione, possiamo quindi dire che più ufficialmente, che ufficiosamente, nel futuro bianconero ci sarà un probabile next champ.


2 commenti:

  1. Veterano: ma che,crediamo ancora alle favole?Siete cosi’ sicuri che
    gli agnellini cacceranno i soldi?

    RispondiElimina
  2. I soldi volendo ci sono, bisogna solo saperli investire bene. Poi con le giuste cessioni...

    RispondiElimina