Piazza Juve

giovedì 17 febbraio 2011

Ancora Rivoluzione Juventus: Dani Alves, Pastore e Pirlo

Il mercato bianconera della scorsa estate era stato definito dalla dirigenza come primo passo verso un progetto di vittoria entro pochi anni, qualcuno lo definì rifondativo, altri invece "strano".
Ben 14 elementi nuovi che si sono inseriti nella nuova Juventus in questa stagione, ma adesso con l'arrivo dell'estate potrebbe esserci la rivoluzione che non ti aspetti. I giocatori in arrivo sarebbero, numericamente pochi, ma il livello sarebbe enorme.

Se l'impresa di Delneri di arrivare al quarto posto e guadagnarsi la qualificazione alla prossima Champions League ci sarà , la dirigenza ha in mente una serie di colpi che potrebbero far avanzare questa squadra nelle graduatorie mondiali di molte posizioni alla voce: "competitività".



Fatto salvo perciò il problema qualificazione Champions, con i suoi 25 milioni di entrate, il mercato comincerebbe in maniera inaspettata, con il tentativo della dirigenza di portare a Torino il vice-Aquilani che potrebbe fare anche il titolare, alla cessione ormai scontata di Sissoko, e al riscatto dell'Atletico Madrid di Tiago, seguirebbe l'offerta bianconera di un contratto per due anni ad Andrea Pirlo sulla base di circa 3-4 milioni annui, soldi che la società Milan non può più versare, data la situazione non felicissima di cassa.
Il suo arrivo significherebbe poter contare su un quartetto di centrali, utilizzabili a turni, del calibro di Melo, Aquilani, Pirlo, Marchisio.

L'arrivo di Pirlo verrebbe fatto a parametro zero, dato che il giocatore è in scadenza di contratto.
Il suo stipendio sarebbe interamente pagato dagli stipendi dei vari Camoranesi, Salihamidzic, Trezeguet, Zebina ancora in parte, o totalmente, pagati dalla nostra società per questa stagione.
Tra le cessioni ci saranno Grosso, Storari, Grygera, Iaquinta e Amauri, dai loro cartellini la società spera di poter contare su introiti, o risparmi sul bilancio, di almeno 15 milioni di euro, che potrebbero essere integrati fino a diventare 18-20 ed essere offerti al Barcellona per il cartellino di un certo Dani Alves.
Il terzino destro arriverebbe alla Juventus solo in caso di qualificazione champions, e solo se la società sarà disposta a dargli i 4-5 milioni di stipendio voluti, cosa possibile solo se la cessione dei cinque sopra citati, e quindi il saluto ai loro ingaggi, sarà fatta. Il suo arrivo significherebbe l'addio di Motta, non riscattato e di ritorno ad Udine.

Ma tali operazioni, che potrebbero quasi totalmente essere pagate dalle cessioni e dai guadagni sugli alleggerimenti di stipendio, porterebbero la società ad avere quasi intatti ancora 30 milioni di euro, da poter usare nel "sogno" di mercato dei tifosi bianconeri: Javier Pastore.
La dirigenza lo vuole, e Zamparini fa sapere che potrebbe pure cederlo in cambio di Marchisio, ma la società vorrebbe trattare per soldi più i cartellini di Palladino e Giovinco, entrambi in comproprietà tra Juventus e Parma. La cifra disposta a versare la società sarebbe proprio di 30 milioni, più i cartellini dei suddetti giocatori in esubero, che potrebbero convincere Zamparini alla cessione.

Rimangono però ancora vive le voci su di un interessamento del Real Madrid nei confronti di Chiellini, per il giocatore sarebbero stati proposti 25 milioni, che la società potrebbe decidere di voler incassare.
In caso di mancata qualificazione alla prossima Champions, tra Chiellini e Buffon, la possibilità che ne parta uno non è infatti poca.


Nessun commento:

Posta un commento