Piazza Juve

martedì 25 gennaio 2011

Martinez e Iaquinta RECUPERATI. Già in campo (forse) contro la Roma. Attesa per De Ceglie

Giovedì sera non è la solita gara di Coppa Italia, giocata senza molta voglia e con l'unico obbiettivo di far trascorrere quei 90 minuti circa. Juventus e Roma si giocheranno buona parte della loro stagione in campo, in una partita a scontro diretto. Indubbiamente per entrambe le squadre la Coppa Italia sembra essere il trofeo "possibile", quello che si può vincere senza dover sperare nel crollo dei rossoneri o in frenate nerazzure, e così, considerando per entrambe l'obbiettivo Champions League in campionato, resta la Coppa Italia a mantenere vive le speranze dei due club di non finire un altra stagione a zero titoli.

Alla Juventus c'è cauto ottimismo, il campo di Genova ha mostrato che contro la Sampdoria la Juventus ha retto più che bene, avendo avuto l'unico problema dell'assenza di un bomber. Oggi questo problema sarebbe parzialmente risolto, insieme alla questione "fantasia" in campo. Vincenzo Iaquinta sarebbe pronto per tornare in campo, 5 goal fatti in partitella proprio l'altro giorno sono il suo biglietto di visita per Delneri, che tra uno Iaquinta appena recuperato, e un Amauri irrecuperabile dovrà fare la sua scelta, anche se l'ipotesi di Iaquinta in panchina, per evitare risentimenti muscolari dovuti allo sforzo immediato di una vera partita dopo troppo tempo passato in tribuna, non è da escludere.




Fin ora la forza della Juventus erano stati i goal di Quagliarella, che Iaquinta può sostituire nella migliore delle ipotesi, e la forza di Krasic, che adesso però stenta a spingere ancora dopo un avvio esaltante una condizione fisica non delle migliori dovuta allo sforzo. Ed ecco che la soluzione per trovare nuova fantasia e nuova forza arriva da Jorge Martinez, acquisto più volte messosi in buona luce (prima dei fastidiosi infortuni) che potrebbe entrare in campo giovedì, per far rifiatare Krasic, o per giocare con lui una partita dove sono potenzialmente le fasce bianconere a diventare il punto di forza della squadra.

Ma non solo per Giovedì si guarda a gli infortunati, si contano i giorni per il ritorno in bianconero di Paolo De Ceglie, il giocatore infortunatosi contro il Milan (come Martinez) sarebbe pronto a tornare fra qualche giornata, possibilmente fra due settimane, e a riprendersi il ruolo di terzino sinistro titolare che stava (finalmente) cominciando a ricoprire con discreti risultati.

Con Pepe in uno stato di forma ottimale, con Felipe Melo voglioso di riscatto, con Iaquinta, Martinez, De Ceglie recuperati, forse la speranza non deve proprio abbandonarci. Per tornare a giocare come fatto fra Novembre e Dicembre ci servono, non nuovi giocatori, ma gli stessi che erano, per un motivo o per l'altro, fuori dal campo. Con il loro ritorno spetterà a Delneri ricordare ai suoi come si gioca e come si vince.


Nessun commento:

Posta un commento