Piazza Juve

martedì 9 novembre 2010

Cassano alla Juve? Vada dove vuole, noi abbiamo Quagliarella...

PER L'ULTIMO AGGIORNAMENTO SU CASSANO CLICCA QUI


Strano come qualche mese fa i più pessimisti etichettassero questa appena passata stagione di calciomercato estivo come una delle peggiori, rimpiangendo addirittura chi Secco chi Cobogli Gigli, mentre ora sembra siano tutti pronti a salire sul carro vincente.
Un mercato sicuramente non perfetto, ma in relazione a quanto fatto da Roma, Milan e Inter, noi siamo una squadra in evoluzione, le altre in apnea.
Era il 16 settembre 2010 quanto scrissi questo post "Milan e Roma quanto sono forti?" e sono felice di poter dire di aver detto tutto abbastanza bene.
Due squadre che per organico ci superano ma che non ci surclassano, con attese e speranze esagerate per delle rose, che seppur superiori non sono per niente eccellenti.

L'unico dubbio rimaneva nell'attacco, da anni poco prolifico il nostro, che invece proprio in questa stagione sta superando ogni più rosea aspettativa.
E allora mi domando, operazioni come quella che vorrebbero Cassano in bianconero a Gennaio, dopo la rescissione (o cessione) forzata con la Sampdoria, a cosa potrebbero servirci seriamente?



Fin ora non ho parlato del barese perché se a livello calcistico non ci sono dubbi sul fatto che uno come lui, gratis o poco più, alla Juventus per sostituire in futuro Alex Del Piero (che oggi ne fa 36, auguri Capitano), possa essere un affare (anche se non è niente di eccezionale), a livello umano il giocatore lascia più dubbi che certezze.
Chi vuole inserire una mina vagante come Cassano in uno spogliatoio come quello bianconero, dove ci sono certe gerarchie e dove certi giocatori non si farebbero sicuramente trattare come l'ultimo arrivato?

Il titolo che ho messo è abbastanza eloquente, se proprio dovessi dare un giudizio oggi, Quagliarella batte Cassano. A livello strettamente calcistico il napoletano è un giocatore affidabile, di buon rendimento, che assicura sempre belle giocate. E' una punta abbastanza moderna, dinamico, forte di testa e con un buon fisico da renderlo utilizzabile anche tra il centrocampo e l'attacco (come il nostro tecnico ha fatto qualche volta).
A livello di integrazione con il gruppo poi non si può stare a discutere, in poco più che due mesi è riuscito a trovare un ottimo affiatamento con tutti i giocatori in rosa, e con lo stesso Del Piero con cui ha formato (causa emergenza infortuni) una inedita coppia di seconde punte per diverse partite in questa stagione.
Cassano riuscirebbe a tanto?
Vale la pena investire e rischiare su un giocatore del genere, che bene o male, nella sua carriera viene ricordato più per il suo comportamento che per le sue giocate?
Alzate la mano chi nel vederlo in nazionale ha veramente pensato che con lui saremmo stati migliori?
Tranne che contro le Faer Oer, il suo rendimento è stato assolutamente da sei scarso, mentre la stessa cosa non si può dire di Quagliarella (in Sud Africa celebrato al ritorno come l'unico ad aver onorato la maglia) che anche in nazionale è riuscito a fare meglio.
Ma si sa, la stampa preferisce parlare del barese per attaccare Lippi piuttosto che parlare di calcio.

Per questo c'è qualcuno che, anche a fronte di una fase offensiva che sta veramente ben figurando, vorrebbe investire in "mina vagante" Cassano?
Più acidamente mi verrebbe da chiedere, c'è qualcuno che ricorda o rimpiange poi quel certo brasiliano, Diego mi pare, che partito con aspettative opposte a quelle del "semplice" Quagliarella, ha fallito da noi e sta facendo abbastanza male pure in Germania?

PER L'ULTIMO AGGIORNAMENTO SU CASSANO CLICCA QUI


Nessun commento:

Posta un commento